0.8 C
New York
giovedì, Gennaio 20, 2022
spot_img

Tesla, hacker dichiara di aver bucato 25 modelli da remoto

“Posso dare comandi a 25 modelli di Tesla in 13 paesi senza che i proprietari lo sappiano”. Così ha scritto in un thread su Twitter David Colombo, hacker tedesco 19enne fondatore della compagnia di sicurezza informatica Colombo Technology.

Non si tratterebbe però di un attacco mirato a Tesla o ai suoi clienti, bensì il report di una falla da lui trovata all’interno delle loro auto attraverso software di terze parti installati dai proprietari. I comandi che lui sarebbe in grado di dare sarebbero molteplici, ma tra di essi non ci sarebbe la possibilità di guidare i veicoli da remoto. Il 19enne avverte però che potrebbe alzare al massimo il volume dello stereo interno o accendere e spegnere le luci, creando possibili gravi conseguenze ai conducenti delle Tesla o dei mezzi sulla loro strada, e addirittura disabilitare la modalità sentinella, uno dei cardini della sicurezza di queste auto.

Colombo ha affermato di aver immediatamente contattato il Security Team di Tesla, e ciò darebbe un finale lieto a una storia che, se avesse visto coinvolto un hacker con molti meno scrupoli dei suoi, avrebbe potuto essere molto più drammatica.

Foto Tesla

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli