18.7 C
New York
martedì, Giugno 28, 2022
spot_img

FIA, Mohammed ben Sulayem nuovo Presidente

La FIA ha annunciato il successore di Jean Todt alla sua presidenza: si tratta di Mohammed ben Sulayem, sessantenne originario degli Emirati Arabi Uniti.

È conosciuto soprattutto per il suo ruolo di presidente dell’Automobile & Touring Club del suo paese d’origine e per aver portato nel 2009 la Formula 1 ad Abu Dhabi, aprendo la strada a una sua sempre maggiore presenza in Medio Oriente – che in questa stagione ha contato ben quattro gare tra Bahrain, Qatar, Arabia Saudita e appunto Abu Dhabi –. Inoltre è stato in passato un rallysta di successo locale, vantando nel suo palmares 14 Campionati di rally del Medio Oriente e alcune partecipazioni al Campionato mondiale di rally.

Eletto col 61,62% dei voti e battendo largamente il suo diretto concorrente Graham Stoker – fermo al 36,62% – ben Sulayem ha subito dichiarato: “Sono molto onorato di essere stato eletto presidente della FIA al termine dell’Assemblea tenutasi a Parigi. Ringrazio tutti per la stima e la fiducia avute, mi congratulo con Graham per la sua campagna ed esprimo la mia infinita gratitudine a Jean Todt per quello che ha realizzato negli ultimi 12 anni. Mi impegno a portare avanti l’importante lavoro e fare in modo che il motorsport e la mobilità facciano ulteriori passi avanti”.

La sua prima mossa non si è fatta attendere: in risposta all’assenza di Lewis Hamilton e dello staff Mercedes dal galà FIA per la premiazione dei primi tre classificati della stagione 2021 di Formula 1 e della scuderia vincitrice del campionato costruttori – a rappresentare la casa tedesca è stato il progettista James Allison – ben Sulayem ha subito iniziato a mettere al vaglio sanzioni per il sette volte campione del mondo, in quanto ha violato l’articolo 6.6 del regolamento ufficiale che obbliga alla partecipazione all’evento.

“Da ex pilota, capisco che sia molto emozionato e deluso, ma non possiamo semplicemente ignorare le regole”, è quanto ha detto il presidente bin Sulayem secondo Erik van Haren della testata olandese “De Telegraaf”.

AGC/SP

Foto FIA

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli