0.5 C
New York
giovedì, Gennaio 20, 2022
spot_img

Covid, iniziate vaccinazioni fascia 5-11 anni nel Lazio

È iniziato oggi mercoledì 15 dicembre 2021 allo Spallanzani di Roma il ciclo vaccinale per i bambini sotto i 12 anni. Si tratta di 5 pazienti “tra i 6 e i 9 anni” vaccinati alle ore 15, come affermato dall’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato, con l’obiettivo di raggiungere il migliaio entro oggi nel Lazio. Il giorno d’inizio delle somministrazioni a livello nazionale avrebbe dovuto essere il 16, ma il Lazio ha deciso di anticiparlo.

Un importante passo per l’immunizzazione della popolazione contro il Covid-19, soprattutto in un contesto in cui a destare preoccupazione sono principalmente gli effetti del Long Covid sui bambini, soprattutto quelli fragili. La motivazione secondo Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, è che “vi sono evidenze che mostrano come una percentuale di circa il 7% dei bambini può sviluppare sintomi prolungati del Long Covid. Questi numeri esprimono perché dobbiamo salutare con gioia il fatto che le famiglie italiane possono usufruire dell’opportunità di vaccinare i bambini”.

“Stime dell’Ecdc valutano come ogni 10.000 casi sintomatici pediatrici ci sono 65 ospedalizzazioni, 6 ricoveri in intensiva e un decesso. In più in età pediatrica il Covid si può manifestare con sindrome infiammatoria multisistemica, che ha si verifica a un’età media di 9 anni, il 45% dei casi sono diagnosticati tra 5 e 11 e il 70% può richiedere terapia intensiva”, motiva così il Prof. Locatelli la scelta di sottoporre alla vaccinazione anche i bambini tra i 5 e gli 11 anni.

“Tra i 5 e 11 anni ci sono stati circa 250.000 bambini infettati da Sars-Cov2 in Italia, con 1.450 ricoveri in ospedale, 36 in intensiva e 10 decessi”, ha sottolineato Annamaria Staiano, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip), durante la conferenza stampa sulla campagna vaccinale anti Covid-19 in età pediatrica presso il ministero della Salute, che ha aggiunto che durante la pandemia “abbiamo visto un aumento più che significativo di disturbi psichiatrici, da ansia e depressione fino a casi di autolesionisimo o atteggiamento ossessivo compulsivo, fino all’aumento di suicidio o tentato suicidio. Quindi un enorme disagio sociale che va prevenuto, insieme a fattori strettamente medici”.

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli