15.4 C
New York
giovedì, Ottobre 21, 2021

Buy now

spot_img

IEA, sforzi attuali contro riscaldamento climatico ancora insufficienti

“Non stiamo investendo abbastanza per soddisfare le future esigenze energetiche e le incertezze stanno preparando il terreno per un periodo estremamente incerto”, è il monito lanciato dal direttore esecutivo dell’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) Fatih Birol.

Il World Energy Outlook preparato dall’IEA è impietoso: con gli impegni di decarbonizzazione annunciati dai governi mondiali “l’aumento delle temperature medie globali è destinato ad arrivare nel 2100 a 2,1 gradi”, ovvero sopra il limite di 2 gradi dell’Accordo di Parigi sul clima.

L’IEA ha preparato tre scenari nel World Energy Outlook, di cui l’unico efficace sarebbe il “Zero emissioni al 2050”, l’unico a suo dire in grado di mantenere la temperatura a 1,5 gradi sopra ai livelli preindustriali entro il 2100.

Gli attuali impegni sul clima porterebbero nel 2030 ad appena il 20% della riduzione delle emissioni che sarebbe necessaria per raggiungere il target di zero emissioni al 2050”, continua Birol.

Inoltre secondo il direttore esecutivo “lo slancio enormemente incoraggiante verso l’energia pulita si scontra con l’ostinata presenza delle fonti fossili nei nostri sistemi energetici. I governi devono risolvere questo alla Cop26, dando un segnale chiaro e inequivocabile che sono impegnati ad incrementare rapidamente le tecnologie pulite e resilienti del futuro”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
2,990FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles