domenica, Settembre 26, 2021
HomeIstituzioniBologna, Gruppo FS presente alla commemorazione della strage del 1980

Bologna, Gruppo FS presente alla commemorazione della strage del 1980

 li 2 agosto 2021, h 10.25, stazione di Bologna. Il triplice fischio e poi un minuto di raccoglimento. In un crocevia di arrivi e partenze, per un attimo si è fermato tutto.

Nell’immobilità avvolta nel silenzio è la mente a compiere un viaggio fino ad arrivare allo stesso istante di 41 anni prima. Fino a sentire il fragore dell’esplosione nella sala d’attesa della stazione, piena di persone pronte a partire per le vacanze. Fino a toccare una delle ferite più dolorose aperte in Italia.

Lo riporta FsNews la testata giornalistica on line del Gruppo Ferrovie dello Stato https://www.fsnews.it/it/focus-on/corporate/2021/7/30/commemorazione_strage_bologna_2021.html

 Oggi la stazione emiliana si fa tempio della memoria, accogliendone i riti e celebrando il ricordo della strage del 2 agosto del 1980 e delle sue 85 vittime. Presente alla commemorazione anche il Gruppo FS Italiane, rappresentato da Anna Masutti e Vera Fiorani, presidente e AD di Rete Ferroviaria Italiana. 

Dopo il corteo da piazza Nettuno a piazza delle Medaglie d’oro, si sono succeduti gli interventi di Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione dei familiari delle vittime, e di Virginio Merola, sindaco di Bologna e presidente del Comitato di solidarietà alle vittime delle stragi. Poi la deposizione delle corone nella sala d’attesa. Sui social è stata lanciata l’iniziativa “40 anni, una voce”, una diretta con testimonianze, contributi e reading di 11 attori che leggeranno articoli di giornale, lettere e discorsi dell’associazione dei familiari delle vittime.

 

Il 2 agosto non è solo la data della strage di Bologna, ma quella scelta per non dimenticare altri episodi drammatici che hanno segnato il nostro Paese. Davanti al binario 1 è stato rinnovato il ricordo del sacrificio di Silver Sirotti, ferroviere venticinquenne che – uscito incolume dall’esplosione dell’attentato terroristico che nel 1974 colpì il treno Italicus Roma-Monaco –  non esitò a tornare a bordo della carrozza con un estintore per cercare di spegnere le fiamme.

Un treno straordinario è partito da Bologna per raggiungere San Benedetto Val di Sambro (BO), teatro della tragedia del ’74 e di quella del treno rapido 904 Napoli-Milano del 1984.

Foto Legione Carabinieri Bologna

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments