-1.7 C
New York
giovedì, Gennaio 27, 2022
spot_img

Dolomiti, la biennale di arte visitabile solo a piedi

Dieciopere d’arte in val Badia danno vita a un progetto innovativo di arte green e glocal: è la biennale Smach. Stupitevi sino al 12 settembre.

Fragile” è il termine su cui hanno lavorato i 10 artisti scelti tra tutti i partecipanti e poi esposti alla biennale di land art in val Badia.  Ogni opera è stata pensata appositamente per il luogo dove ha preso dimora tra le aree protette dei Parchi naturali del Puez Odle e di Fanes, Senes, Braies. Per visitare la biennale Smach e quindi ammirarle tutte, è necessario immergersi in questi territori con rispetto e secondo le regole di montagna: così i siti delle opere sono raggiungibili solo a piedi grazie a varie alternative di percorsi di trekking.

È possibile sia programmare dei percorsi giornalieri, ideali per chi ha intende raggiungere solo determinate località, selezionando preventivamente le opere da fruire, mentre visitare tutta la biennale e i suoi 10 siti comportano una visita di tre giorni.

Smach, insieme alle agenzie turistiche del territorio e ad Holimites, propone un trekking dedicato che include due notti di pernottamento in rifugio e che, in tre tappe, porta alla scoperta di tutti i 10 siti che ospitano la biennale.

Il tragitto totale è di 72,5 chilometri, per una durata complessiva di oltre 25 ore, i siti si trovano tra i 1.100 e i 2.300 metri di altitudine.  La prima tappa è di 14 chilometri e va dal paesino di Rina al passo delle Erbe; la seconda raggiunge La Crusc percorrendo 25 chilometri; con l’ultima si scende fino a Pederü per 18,5 chilometri.

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli