-1.7 C
New York
giovedì, Gennaio 27, 2022
spot_img

Capri, troppe barche sotto costa, ora boe e barriere

Il Comune di Capri ha dato il via al posizionamento di boe a 200 metri dalle spiagge e 100 metri dalle coste a picco. nel tratto di mare compreso fra i Faraglioni e Marina Piccola. Boe e barriere galleggianti segneranno i limiti entro i quali si potrà gettare l’ancora con la barca per una sosta o un tuffo nelle acque dell’isola.

Dal Comune sottolineano che e “Nel corso degli anni (l’affollamento di natanti sotto costa) è progressivamente peggiorato fino a rappresentare un concreto pericolo ambientale. In particolare, una delle principali criticità si individua nella baia di Marina piccola a causa dell’elevato flusso di unità navali che affollano la zona è che rappresenta la causa di problematiche quali la sicurezza e l’incolumità per la balneazione, come anche l’utilizzo e la fruizione della zona”.

Il progetto approvato prevede: l’individuazione e la perimetrazione delle zone caduta massi come da ordinanze della Capitaneria di porto;

l’individuazione di corridoi di lancio utili all’accesso nei campi boe previsti dal Piano boe comunale del 2008;

l’individuazione di corridoi di lancio utili all’accesso nei vari moli in concessione, nonché, di servizio ai campi boe;

l’individuazione di un corridoio di lancio utile allo sbarco ed imbarco all’’approdo dello Scoglio delle sirene e ai campi boe limitrofi; l’individuazione di una barriera di balneazione dal Faraglione di terra a Punta Mulo.

Legambiente Isola di Capri ha commentato: “Oggi, frutto di mesi di lavori. si tende a mettere in cantiere un programma per mettere un minimo di ordine nella nostra Baia di Marina Piccola, è solo un primo passo, perché il decisivo è indubbiamente avere totalmente il controllo e la difesa della costa attraverso l’Area Marina Protetta”.

Foto CapriPress

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli