lunedì, Settembre 27, 2021
HomeTrasportiI sindacati Indiani accusano la Cina di discriminare i loro marittimi

I sindacati Indiani accusano la Cina di discriminare i loro marittimi

I media indiani riferiscono che Pechino ha imposto un divieto non ufficiale alle navi con equipaggio di marittimi indiani.

Il Times of India, che è il quotidiano in lingua inglese più venduto al mondo, afferma che la ”All India Seafarer & General Workers Union” ha inviato una lettera scritta al governo indiano affermando che la Cina sta imponendo un “divieto” non ufficiale ai marittimi indiani marinai. Affermano che il divieto impedisce ai cittadini indiani di entrare nei porti cinesi e, di conseguenza, “21.000 marinai indiani stanno affrontando la perdita di posti di lavoro, direttamente o indirettamente”.

Questo non è il primo incidente in cui la Cina vieta di lavorare ai marittimi indiani. All’inizio di quest’anno, 18 membri dell’equipaggio indiano della nave MSC Anastasia sono rimasti bloccati al largo della costa cinese dopo che gli era stato negato l’ingresso.

Il problema non è stato risolto fino a quando MSC non ha dirottato la nave in Giappone dopo cinque mesi di trattative e di attesa.

Amitabh Kumar, direttore generale delle spedizioni dell’India, nega l’affermazione dell’Unione, ma il capitano Sanjay Parashar, membro del National Shipping Board indiano, è preoccupato.

“La Cina ha detto alle compagnie di navigazione straniere che possono sollevare o scaricare il carico solo se accettano i suoi termini”, afferma Parashar. “(Questi termini sono) non impiegare equipaggio indiano.”

Rakesh Coelho di Zodiac Marine ha dichiarato a TOI: “Le restrizioni cinesi contro l’equipaggio indiano sono iniziate da qualche parte a marzo”.

Ma secondo altre fonti, aldi là dei rapporti non ottimali Cina/ India dopo l’orientamento filo Usa con specifici accordi anche di natura militare, le autorità cinesi temono il dilagare e il diffondersi della epidemia in India che ormai conta 32 milioni di infetti dall’inizio della pandemia Covid e 421 mila decessi.

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments