Gli Stati Uniti e la Germania hanno annunciato un accordo per consentire il completamento di un controverso gasdotto russo verso l’Europa senza l’imposizione di ulteriori sanzioni statunitensi.

L’accordo mira ad arginare i timori sulla dipendenza europea dall’energia russa, ma è stato subito assalito dai critici che hanno affermato che non avrà una lunga durata.

Secondo i termini dell’accordo, gli Stati Uniti e la Germania si sono impegnati a contrastare qualsiasi tentativo russo di utilizzare il gasdotto Nord Stream 2 come arma politica. E hanno deciso di sostenere l’Ucraina e la Polonia, entrambe eluse dal progetto e temono le intenzioni della Russia, finanziando progetti di sviluppo e di energia alternativa

“Gli Stati Uniti e la Germania sono uniti nella loro determinazione di ritenere la Russia responsabile della sua aggressione e delle sue attività maligne imponendo costi tramite sanzioni e altri strumenti”, hanno affermato in una dichiarazione congiunta.

“Se la Russia tentasse di utilizzare l’energia come arma o commettesse ulteriori atti aggressivi contro l’Ucraina, la Germania agirà a livello nazionale e premerà per misure efficaci a livello europeo, comprese sanzioni, per limitare le capacità di esportazione russa in Europa settore”, hanno affermato.

Il progetto Nord Stream 2 ha posto un importante dilemma di politica estera per l’amministrazione Biden. I funzionari statunitensi di entrambe le parti hanno a lungo temuto che avrebbe dato alla Russia troppo potere sulle forniture di gas europee, chiudendo potenzialmente il gas agli avversari russi Ucraina e Polonia.

Ma il gasdotto è quasi completato e gli Stati Uniti sono determinati a ricostruire i legami con la Germania che sono stati danneggiati durante l’amministrazione Trump

AGC GreenCom 22 Luglio 2021 11:36