La nave portacontainer Zephyr Lumos, unità operata dalla giapponese One (Ocean Network Express) che lo scorso 10 luglio è rimasta coinvolta in una collisione con la rinfusiera Galapagos mentre navigava nello Stretto di Malacca, è ripartita alla volta dell’Europa dove arriverà nei primi giorni di agosto.

Con una nota d ai clienti Yang Ming, compagnia di navigazione parte dell’alleanza The Alliance , ha spiegato che, “una volta completate le necessarie ispezioni e formalità, la nave è ripartita e le stime prevedono il suo arrivo nel porto del Pireo il 5 agosto se tutto il viaggio procederà regolarmente”.

La Zephyr Lumos è impiegata nel servizio di linea MD2 la cui rotazione prevede dopo lo scalo in Grecia gli approdi al terminal Psa Genova Prà e al la Spezia Container, Terminal dove potranno essere sbarcati i container destinati al mercato italiano.

La rotazione completa del servizio MD2 prevede scali nei porti di Pusan, Shangai, Ningbo, Kaohsiung, Shekou, Singapore, Pireo, Genova, La Spezia, Fos, Barcellona e Hong Kong.

Si ricorda che  la portacontainer Zephyr Lumos, usata nel servizio  era entrata in collisione con la rinfusiera Galapagos, la notte fra sabato e domenica 12 luglio, nello Stretto di Malacca.
Durante il passaggio la nave avrebbe avuto un guasto al timone e per questo motivo l’equipaggio non sarebbe stato in grado di evitare lo scontro. Non ci sono stati feriti a bordo in nessuna delle due unità, ma la Galapagos ha subito danni notevoli, subendo anche una fuoriuscita di petrolio.

FotoVesselFinder

AGC GreenCom 21 Luglio 2021 10:04