21.7 C
New York
giovedì, Ottobre 21, 2021

Buy now

spot_img

USA: l’Oregon chiede aiuto mentre il clima estremo alimenta gli incendi

Ne scrive  GILLIAN FLACCUS per l’Associate Press che racconta che la minaccia di temporali e fulmini abbia spinto i funzionari dell’Oregon devastato dal fuoco a chiedere aiuto al di fuori del nord-ovest del Pacifico per prepararsi a ulteriori incendi, poiché molte risorse sono già dedicate a un enorme incendio nello stato che è cresciuto fino a un terzo delle dimensioni di Rhode Island.

Il Bootleg Fire di 537 miglia quadrate (1.391 chilometri quadrati) sta bruciando 300 miglia (483 chilometri) a sud-est di Portland all’interno e intorno alla foresta nazionale di Fremont-Winema, una vasta distesa di foreste secolari, laghi e rifugi della fauna selvatica. Le evacuazioni e le perdite di proprietà sono state minime rispetto agli incendi molto più piccoli nelle aree densamente popolate della California.

Ma osservando come il Bootleg Fire – alimentato da condizioni meteorologiche estreme – continua a crescere di miglia ogni giorno, i funzionari della foresta nazionale di Rogue River-Siskiyou nel sud-ovest dell’Oregon chiedono che più squadre esterne siano pronte in caso di aumento dell’attività antincendio.

La preoccupazione è che le condizioni di siccità e la recente ondata di caldo record nella regione abbiano creato condizioni estreme, quindi occorrono risorse come i mezzi dei vigili del fuoco che  vengono reclutate in Arkansas, Nevada e l’Alaska.

Nel frattempo, a est, le dimensioni sbalorditive del Bootleg Fire in contrasto con il suo impatto relativamente piccolo sulle persone, sottolineano la vastità del West americano e ricordano che l’Oregon, che è più grande della Gran Bretagna, è ancora uno stato in gran parte rurale, nonostante sia conosciuta soprattutto per la sua città più grande, Portland.

Se l’incendio fosse avvenuto in zone densamente popolate della California, “avrebbe distrutto migliaia di case ormai”, ha affermato James Johnston, un ricercatore del College of Forestry dell’Oregon State University che studia gli incendi storici. “Ma sta bruciando in una delle aree più remote dei 48 stati inferiori. Non è la Bay Area là fuori.”

Almeno 2.000 case sono state evacuate durante l’incendio e altre 5.000 minacciate. Almeno 70 case e più di 100 dipendenze sono andati in fiamme. Il fumo denso soffoca l’area in cui residenti e animali selvatici hanno già dovuto affrontare mesi di siccità e caldo estremo. Nessuno è morto.

Spinto da forti venti da sud-ovest, il fuoco si sta diffondendo rap rapidamente a nord e a est, avanzando verso un’area sempre più remota.

Gli ordini di evacuazione sul bordo meridionale dell’incendio, più vicino ad aree più popolose come Klamath Falls e Bly, sono stati revocati o allentati mentre gli equipaggi prendono il controllo dell’area. Ora sono piccole comunità prive di personalità giuridica come Paisley e Long Creek, entrambe con meno di 250 persone, e fattorie sparse nel mirino.

Ma il Bootleg Fire non è il più grande che l’Oregon abbia mai visto. Le dimensioni dell’incendio finora lo collocano al quarto posto nell’elenco dei più grandi incendi dello stato nei tempi moderni, compresi gli incendi nei pascoli, e al secondo nell’elenco degli inferni che bruciano la foresta.

Questi mega incendi di solito bruciano fino alla fine dell’autunno o anche all’inizio dell’inverno, quando la pioggia finalmente li spegne.

Il più grande incendio boschivo della storia moderna è stato il Biscuit Fire, che ha incendiato quasi 780 miglia quadrate (2.000 chilometri quadrati) nel 2002 nella foresta nazionale di Rogue River-Siskiyou nell’Oregon meridionale e nella California settentrionale, mentre ilBootleg Fire è ora contenuto a circa il 25%.

Lunedì, le fiamme hanno costretto l’evacuazione di una stazione di ricerca sulla fauna selvatica poiché i vigili del fuoco hanno dovuto ritirarsi per il nono giorno consecutivo a causa di un comportamento irregolare e pericoloso del fuoco. Sycan Marsh ospita migliaia di uccelli migratori e nidificanti ed è una stazione di ricerca chiave sul ripristino delle zone umide nella parte superiore del bacino di Klamath.

Le condizioni estremamente secche e le ondate di calore legate ai cambiamenti climatici hanno reso gli incendi più difficili da combattere. Il cambiamento climatico ha reso l’Occidente molto più caldo e più secco negli ultimi 30 anni e continuerà a rendere il clima più estremo e gli incendi più frequenti e distruttivi.

Nel nord della California, le autorità hanno esteso le evacuazioni sul Tamarack Fire nella contea di Alpine nella Sierra Nevada per includere la città di montagna di Mesa Vista.

I temporali previsti p potrebbero portare i venti ad alimentare le fiamme e i fulmini che potrebbero innescarne di nuovi, ha affermato il National Weather Service.

Foto Associated Press

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
2,990FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles