Ammonta a 4 miliardi di euro l’investimento di Rfi in Basilicata per l’ammodernamento delle linee ferroviarie con l’adeguamento dei contratti di programma.

È quanto emerso oggi, a Potenza, nel corso dell’incontro tra l’amministratrice delegata di Rfi Vera Fiorani e l’assessora regionale alle Infrastrutture e trasporti, Donatella Merra.

Entro la fine del mese partirà l’iter per la nuova linea Ferrandina-Matera, le cui gare partiranno entro la fine dell’anno e l’apertura dei cantieri nel 2022.

Si è discusso inoltre del prolungamento delle linee ferroviarie da Matera verso la Puglia e dell’ammodernamento della Potenza-Foggia.

Nello specifico, l’assessora Merra ha ottenuto la possibilità di valutare un collegamento della tratta con la zona industriale di San Nicola di Melfi, già richiesto nel 2019, anche in vista dei progetti di sviluppo di Stellantis.

Affrontata anche la questione Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria e sul tratto Praia-Tarsia che interessa l’area lucana, così come la velocizzazione della direttrice Battipaglia-Potenza-Metaponto-Taranto.

“Abbiamo fatto un punto importante che segna una fase di controtendenza rispetto a tutto quello che è stato programmato e progettato sulla mobilità in Basilicata fino ad oggi – ha detto Merra – Siamo di fronte a investimenti per quasi 4 miliardi di euro che interesseranno la Basilicata, di cui una metà da mettere in campo immediatamente, grazie alle opere soggette a commissariamento e un’altra metà già in fase di progettazione e programmazione. Si tratta di un investimento importantissimo che cambierà il volto della Basilicata da qui ai prossimi dieci anni”.

AGC GreenCom 17 Luglio 2021 11:10