Con due distinte decisioni la Commissione europea ha ri-approvato un aiuto di salvataggio di 1,2 miliardi di euro a Transportes Aéreos Portugueses SGPS SA (‘TAP Air Portugal’) e ha aperto un’indagine per valutare se l’aiuto alla ristrutturazione del Portogallo che prevede di concedere a TAP è in linea con le norme comunitarie sugli aiuti di Stato concessi alle imprese in difficoltà.

Lo comunica la Commissione Ue in una nota. “L’apertura di un’inchiesta offre al Portogallo e ai terzi interessati l’opportunità di presentare osservazioni. Non pregiudica l’esito dell’indagine. Al momento dell’aiuto al salvataggio, TAP SGPS era una holding e una società madre di TAP Air Portugal, un’importante compagnia aerea di rete operante in Portogallo.

Nel 2019, con una flotta di 108 aerei, TAP Air Portugal ha servito 95 destinazioni in 38 paesi, trasportando oltre 17 milioni di passeggeri dal suo hub principale, Lisbona, e da altri aeroporti portoghesi verso varie destinazioni internazionali”. 

Il 10 giugno 2020 la Commissione ha adottato una decisione che approvava un prestito di salvataggio di 1,2 miliardi di euro a favore di TAP SGPS, constatando che l’aiuto era in linea con i requisiti degli orientamenti della Commissione sugli aiuti per il salvataggio e la ristrutturazione (‘orientamenti per il salvataggio e la ristrutturazione’).

Con sentenza del 19 maggio 2021 il Tribunale dell’Unione europea ha annullato la decisione iniziale sull’aiuto per il salvataggio. In particolare, il Tribunale ha rilevato che la Commissione non aveva indicato nella sua decisione se la TAP SGPS appartenesse a un gruppo di imprese più ampio e le possibili implicazioni che ne derivavano per le sue difficoltà finanziarie.

I

l Tribunale ha dato alla Commissione la possibilità di adottare una nuova decisione entro due mesi, affrontando tali carenze. La decisione adottata oggi riconferma l’aiuto al salvataggio e specifica ulteriormente le ragioni per l’approvazione dell’aiuto, in relazione alla situazione del gruppo TAP e dei suoi azionisti nel giugno 2020″.

agr//GL

AGC GreenCom 16 Luglio 2021 14:40