Energia rinnovabile, Mobilità sostenibile, Ecofood, Turismo slow e local, Economia Circolare: queste sono le cinque aree tematiche attorno alle quali ruoterà la seconda edizione del Geco Expo, la fiera virtuale in 3D sulla sostenibilità, in programma dal 1 al 4 marzo 2022.

Le aspettative sono alte: si punta ad ospitare oltre 200 espositori e 750 buyer e a raddoppiare le iscrizioni, che a gennaio 2021 hanno toccato quota 4.000.

Nelle edizioni passate si è assistito a vittorie d’importanti realtà imprenditoriali green, come Biova Beer, birra realizzata recuperando il pane invenduto per contrastare lo spreco alimentare, EcoAllene di Ecoplasteam, non-plastica ottenuta riciclando imballaggi poliaccoppiati prima impossibili da separare, e la Cassetta di Cottura Filo&Fibra, con la quale si possono cuocere cibi a basse temperature usando lana recuperata dagli allevatori.

“Geco Expo nasce durante la pandemia proprio dall’esigenza delle aziende e dei buyer di incontrarsi nonostante i lockdown”, così afferma Daniele Capogna, fondatore di Geco Expo, che aggiunge: “Una piattaforma al 100% ecosostenibile, in grado di regalare un’esperienza molto vicina alla realtà grazie agli avatar”.

Capogna sostiene inoltre che “Il modo di fare business va ripensato e un evento in parte virtuale non solo inquina meno, ma è in grado di varcare i confini nazionali più facilmente, moltiplicando esponenzialmente il numero di connessioni in tutto il mondo”, annunciando che si sta traducendo il sito dell’iniziativa in 5 lingue.

Foto GECO – The Sustainability Expo

AGC GreenCom 16 Luglio 2021 17:59