PROLUNGATA ALLERTA, STOP FUOCHI-BARBECUE; ULTIMA SETTIMANA 71 ROGHI

Nonostante la pioggia e le temperature meno aride, l’Emilia-Romagna ha deciso di prolungare di altre tresettimane, fino all’8 agosto, lo stato di grave pericolosità peril rischio di incendi boschivi.

La proroga è stata decisa dalla Protezione civile regionale, d’intesa con Vigili del fuoco eCarabinieri forestali. “Il provvedimento si è reso necessario a causa della situazione climatica analizzata da Arpae- spiega la Regione- delle condizioni di aridità del terreno e del numero di incendi censiti nell’ultima settimana”.

Sono stati in tutto 71 i roghi registrati in Emilia-Romagna negli ultimi sette giorni: per i più rilevanti, a Valsamoggia e Riolo Terme, è stato necessario intervenire con mezzi aerei.

Con la proroga viene confermato il divieto assoluto di accendere fuochi, fare barbecue o bruciare residui vegetali e stoppie. Per chi viola le regole sono previste sanzioni fino a 10.000 euro e rischia la reclusione da quattro a 10 anni se l’incendio è provocato volontariamente.

Si può essere condannati a risarcire i danni anche se l’incendio è causato in maniera involontaria per negligenza, imprudenza o imperizia.

Per prevenire le emergenze e per i controlli sono in attività cinque squadre dei Vigili del fuoco, che saranno potenziate e diventeranno nove dal 25 luglio. Inoltre, fino al 20 agosto, i volontari di Protezione civile saranno impegnati in attività di avvistamento, prevenzione e spegnimento incendi.

Dal 1 luglio è attiva a Bologna, nella sede della Protezione civile, la Sala operativa unificata permanente dove operano funzionari delle Prefetture, dei Comuni e delle sedi territoriali dell’Agenzia. In orario notturno il servizio di reperibilità sulle 24 ore viene garantito dalle sale operative dei Comandi provinciali dei Vigili del fuoco.

Foto agenzia DIRE

AGC GreenCom 16 Luglio 2021 15:20