Stop alla vendita di auto nuove a combustione interna entro il 2035: questa è la proposta, che susciterà sicuramente clamore, della Commissione Europea inserita nel piano “Fit for 55”, il pacchetto di provvedimenti volto a diminuire le emissioni di gas serra nell’UE di almeno il 55% entro il 2030.

Ovviamente questo non può avvenire senza un’incentivazione del trasporto a zero emissioni, per cui la Commissione vuole spingere gli Stati membri a rivedere la distribuzione delle colonnine di ricarica lungo i tratti autostradali, ogni 60 chilometri per le elettriche e ogni 150 chilometri per quelle mosse a idrogeno.

Una decisione che tocca anche il trasporto aereo, con la Commissione che vuole siano utilizzati sui velivoli carburanti SAF (Sustainable Aviation Fuels). Questo è il calendario progressivo di quanto SAF dovrebbe essere incluso dai produttori: il 2% entro il 2025, il 5% entro il 2030, il 20% entro il 2035, il 32% entro il 2040, il 38% entro il 2045 e il 63% entro il 2050.

Un piano dunque in linea con le indiscrezioni che sono giunte nelle scorse settimane, e che si propone di stravolgere il panorama dell’automobilismo europeo. Ovviamente non si tratta di una proposta definitiva, che potrà essere modificata nel corso dei prossimi mesi, a causa del lungo iter di autorizzazione e se ci saranno Paesi dell’UE che dichiareranno la propria contrarietà o scetticismo.

AGC GreenCom 14 Luglio 2021 19:16