Gamma completamente elettrificata entro il 2040, con target intermedio del 50% nel 2030, e guida autonoma per 63 miliardi di euro d’investimento: questi sono gli obiettivi del piano “New Auto” presentato oggi dal Gruppo Volkswagen.

L’amministratore delegato Herbert Diess punta su digitalizzazione e mobilità elettrica per rendere il gruppo automobilistico tedesco il numero uno, in un mondo in cui la tecnologia e la sostenibilità sono i punti cardine dei trasporti del futuro. Una transizione inevitabile, che dovrebbe portare già nei prossimi 10 anni a un calo di oltre il 20% del mercato dei motori a combustione interna (ICE), mentre la mobilità individuale dovrebbe restare per Volkswagen quella principale, rappresentando l’85% del suo mercato futuro.

Il tutto mentre il gruppo vuole diminuire l’impronta di carbonio del 30% entro il 2030, per andare incontro all’accordo di Parigi.

Inoltre Volkswagen dal 2026 metterà in campo la piattaforma SSP (Scalable Systems Platform), completamente elettrica e digitale e che si concentrerà anche sulla guida autonoma, che sarà applicata su oltre 40 milioni di veicoli e sarà sviluppata in nuovo centro di ricerca a Wolfsburg, sul quale verranno investiti circa 800 milioni di euro.

Foto Volkswagen

AGC GreenCom 13 Luglio 2021 18:15