PER RIDURRE EMISSIONI CO2 E PREVENZIONE E CONTENIMENTO INFEZIONI VIRALI

Come parte del suo piano di riduzione delle emissioni di CO2 ma anche come strumento di prevenzione e contenimento di infezioni virali, a partire da oggi 9 luglio, l’aeroporto internazionale del Kansai, a Osaka, nel Giappone centrale, testerà un nuovo sistema di condizionamento dell’aria a risparmio energetico che utilizza l’intelligenza artificiale (A.I.) e la tecnologia di rimozione dei virus.

Anche grazie a questo sistema, l’operatore aeroportuale Kansai Airports mira a ridurre le emissioni di gas serra a zero entro il 2050, che sono prodotte per il 56% del totale proprio dai sistemi di condizionamento dell’aria nel vasto edificio aeroportuale.

Il sistema di intelligenza artificiale è programmato per imparare ad ottimizzare i flussi decidendo dove inviare aria con rischio di infezione ridotto e a quale temperatura mantenere l’aria condizionata in base al flusso di persone presenti nel terminal.

Il progetto, commissionato dal ministero dell’Ambiente, avrà un costo complessivo di 545,6 milioni di yen (poco più di 4 milioni di euro). 

Nella foto l’aeroporto di Kansai

AGC GreenCom 9 Luglio 2021 11:00