23 C
New York
lunedì, Giugno 27, 2022
spot_img

Nissan, braccio di ferro legale con FIAMM per batterie

Nissan richiede all’italiana Elettra 1938, ex FIAMM Energy Technology, in una corte londinese, 122 milioni di euro di risarcimento. L’accusa è di essere stata rifornita dall’azienda di 900.000 batterie difettose che hanno provocato problemi di carica nei loro modelli Qashqai e Juke, che secondo i consumatori sarebbero continuamente scariche. A riferirlo è l’agenzia stampa Bloomberg.

Tuttavia, FIAMM ha negato le accuse, sostenendo di aver eseguito le direttive dell’azienda giapponese sulla produzione delle batterie, e il suo legale Stephen Rosen afferma che la causa risiederebbe nel sistema di gestione della batteria di Nissan, eventualità che, se comprovata, scagionerebbe la multinazionale italiana da qualsiasi responsabilità.

Un grosso problema per il gruppo nipponico, che punta a standard di qualità sempre più alti, soprattutto per quanto riguarda tecnologie che possano aiutare nel salto verso una mobilità maggiormente sostenibile.

Foto Nissan

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli