23 C
New York
lunedì, Giugno 27, 2022
spot_img

Allarme siccità, coltivazioni a rischio

Con l’estate è tornato l’allarme siccità. Le temperature, che hanno superato i 40 gradi, hanno reso necessario intervenire con le irrigazioni per non perdere le colture già provate dalle gelate primaverili.

Come ha rilevato il monitoraggio di Coldiretti, ogni regione ha la sua emergenza siccità: se in Piemonte c’è molta preoccupazione per mais e ortaggi, in Puglia e in Sicilia si teme per pomodori e patate, in Marche e Molise c’è grande inquietudine per la raccolta del grano: il caldo ha anticipato la maturazione e ridotto le rese delle produzioni.

La situazione sarebbe già abbastanza grave se al caldo non si aggiungesse anche la preoccupazione per la diffusione degli insetti dannosi per le coltivazioni come la cimice asiatica e il moscerino dagli occhi rossi, che possono portare a perdere interi raccolti.

Coldiretti ha stimato che negli ultimi dieci anni i danni dovuti alla siccità sono costati all’agricoltura circa dieci miliardi di euro. Eppure l’Italia è un Paese piovoso: cadono ogni anno circa 300 miliardi di metri cubi d’acqua, ma se ne trattiene appena l’11% a causa delle carenze infrastrutturali.

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli