23 C
New York
lunedì, Giugno 27, 2022
spot_img

Emirati Arabi: con Etihad Rail primi treni merci nel deserto

Nel deserto di Abu Dhabi entra in funzione la prima tratta di una nuova rete ferroviaria per il trasporto merci, l’Etihad Rail, sulla carta destinata a collegare tutti gli Emirati, con una linea di 1.200 km, e a diventare regionale tra sei Paesi del Golfo Arabo. Con l’Etihad Rail gli Emirati Arabi Uniti stanno ovviando all’assenza di una rete ferroviaria, che fino a poco tempo non esisteva nella federazione dei sette principati, tra cui Abu Dhabi e Dubai. Per la ferrovia, gli Emirati e collegherà tutti i sette principati, da Ghweifat – a Ovest di Abu Dhabi – fino a Fujairah sulla costa orientale, allacciandosi ad una più ampia rete tra i sei Paesi del Golfo, quali Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Bahrain e Oman.

In questa prima fase nel solo trasporto di treni merci all’interno dell’emirato di Abu Dhabi sono impiegate sette locomotive che possono trainare fino a 110 vagoni ciascuna.

In futuro sui binari ferroviari dovrebbero circolare anche treni passeggeri con  con una velocità fino a 200 km/h.

La linea rappresenta un’alternativa alla vasta rete autostradale, Il progetto Etihad Rail è anche ecosostenibile; oltre ad avere un impatto positivo nel settore dei trasporti emiratini in termini di sicurezza, ambiente e logistica.

Secondo i dati forniti dalla compagnia ferroviaria, un viaggio completo in treno merci può sostituire circa 300 camion e ridurre le emissioni di CO2 del 70-80%.

Tuttavia, a rallentare la costruzione dell’intera rete sono le rivalita’ tra i vari emirati, che hanno portato ad una certa riluttanza del governo federale a spendere soldi per progetti, come questo, di integrazione economica nazionale mentre i singoli ribadiscono la propria sovranità.

In effetti gli emirati hanno un sistema federale e per loro la centralizzazione dell’autorità è ancora relativamente nuova, quindi non mancano all’interno del Consiglio di cooperazione del Golfo (GCC), che riunisce tutti gli Stati della regione, intenzionati a sviluppare anche loro progetti di integrazione commerciale ed economica.

Ad aver complicato i rapporti e  negli ultimi anni è stato l’embargo contro il Qatar, varato da Arabia Saudita, emirati Arabi Uniti, Bahrain ed Egitto nel giugno 2017, con l’accusa di sostenere gli islamisti e finanziare media eccessivamente critici.

Un ‘divorzio’ che si e’ risolto con un recente accordo di riconciliazione, consentendo la ripresa di alcuni ambiziosi progetti comuni. 

Foto TimesKuwait

Articoli Correlati

Stay Connected

0FansLike
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Ultimi Articoli