L’aumento dei prezzi delle materie prime fanno lievitatare i preventivi di spesa. Il governo interverrà per temperare “eccezionalmente” gli effetti del caro materiali sugli appalti di lavori pubblici. La norma è all’esame del ministero dell’Economia e delle Infrastrutture e potrebbe essere inserita in un decreto legge che il ministro Enrico Giovannini dovrebbe portare in Consiglio dei Ministri.

All’interno del decreto, anche le norme per semplificare l’approvazione del contratto di programma di Rfi 2020-21. Non ci sono al momento novità relative al Superbonus anche se il rincaro dei prezzi ha prodotto anche qui i medesimi disagi e rallentamento dei tempi di lavoro.

L’Ance, Assiciazione Nazionale dei Costruttori Edili, aveva da tempo segnalato che questi rincari abnormi della prima parte del 2021 avrebbero penalizzano duramente le imprese appaltatrici col rischio di portare ad un blocco dei cantieri in corso, il governo riconosce ora la fondatezza di tali avvertimenti e studia ipotesi di compensazioni o conguagli a favore delle imprese danneggiate. La misura sarebbe comunque di natura eccezionale e straordinaria per non incorrere ai vecchi meccanismi di visione prezzi.

AGC GreenCom 12 Giugno 2021 12:30