In un comunicato stampa rilasciato il 9 giugno, l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) rende noto l’andamento stimato delle emissioni di gas serra del 2021, nel quale si prevede un aumento dello 0,3% rispetto allo scorso anno.

La causa di questo trend negativo secondo ISPRA sarebbe la ripresa delle attività economiche, che fanno registrare un incremento previsto del PIL pari all’1,9%. Questi dati confermano la necessità di modifiche strutturali, tecnologiche e comportamentali che riducano al minimo le emissioni di gas serra nel medio e nel lungo periodo. Analizzando la situazione si evidenzia sempre di più un disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni e la tendenza dell’indice economico.

Le analisi periodiche trimestrali condotte da ISPRA tengono conto della riduzione delle emissioni per la produzione di energia elettrica (-1,4%) a fronte di un aumento della domanda di energia, da una riduzione dei consumi energetici dei trasporti (-0,9%) e da un incremento delle emissioni negli altri settori, industria (2,7%) e riscaldamento (1,5%).

AGC GreenCom 10 Giugno 2021 18:00