Altra low cost straniera che con lo sbarco in forze a Genova approfitta della possibilità della conquista di spazi sugli aeroporti italiani per l’assurdo stallo dell’agghiacciante protrarsi della vicenda Alitalia-ITA. La spagnola Volotea, compagnia aerea a basso costo che collega tra loro città di medie e piccole dimensioni e capitali europee, si prepara così a fare rotta verso l’estate scendendo appunto in pista in Liguria, Regione che riveste un’importanza strategica nei suoi piani di sviluppo, con 15 rotte, 14 delle quali in esclusiva.

La compagnia, da sempre attenta nel sostenere il tessuto economico locale e promuovere, anche all’estero, il patrimonio artistico e le bellezze naturali liguri, per il secondo semestre dell’anno incrementerà del 18%  il volume di posti da e per lo scalo aereo di Genova, per un totale di circa 365.000 poltrone. E grazie, inoltre, all’Airbus A319 basato al Cristoforo Colombo, la low-cost potrà raggiungere destinazioni ancora più lontane, offrendo altre nuove opportunità di volo per i suoi passeggeri liguri.

“Genova rappresenta per Volotea una base di grande importanza strategica e siamo entusiasti, dopo questi ultimi mesi così difficili che hanno messo in ginocchio il comparto turistico a livello globale, di ricominciare a volare con maggiore frequenza da e per lo scalo genovese – ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea – e grazie ai 15 collegamenti, in programma per i prossimi mesi, puntiamo a consolidare il nostro rapporto con il territorio, supportando la ripresa dei flussi turistici a beneficio dell’economia di tutta la Regione. A partire da questo giugno, intensifichiamo la nostra offerta a livello locale. Inoltre, puntiamo a offrire, per il futuro, un ventaglio di destinazioni sempre più ampio, sia verso il resto della Penisola, sia verso le principali città d’Europa, stimolando al tempo stesso l’arrivo di nuovi turisti desiderosi di visitare la Liguria. Siamo fiduciosi che l’estate 2021 possa essere quella giusta per ripartire, anche grazie alla campagna vaccinale in corso, e siamo in prima linea per offrire ai nostri passeggeri voli all’insegna del comfort e della massima sicurezza a bordo”

“La ripartenza del Paese, di Genova e della Liguria necessita di collegamenti – ha commentato il Presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti – e l’incremento dei posti disponibili da e per il nostro aeroporto è un segnale di grande rilevanza, che darà un contributo importante al turismo, uno dei settori strategici per la nostra regione e che ha bisogno di ricominciare a produrre ricchezza dopo aver risentito in maniera pesante della pandemia. L’aeroporto di Genova ha un ruolo fondamentale per il rilancio della Liguria: fin dal nostro insediamento abbiamo puntato sul suo potenziamento per uscire dall’isolamento. Oggi questa esigenza è ancora più sentita, per questo continuiamo a lavorare in questa direzione”

“Con le 15 rotte disponibili da Genova, 10 nazionali e 5 internazionali, Volotea dimostra per l’ennesima volta di credere nella nostra città, nelle sue capacità ricettive e contribuisce a rendere concreta la visione che abbiamo di una Genova in cui sia sempre più facile vivere, lavorare, passare il proprio tempo libero – ha dichiarato Marco Bucci, Sindaco di Genova – e il nostro scalo è un’infrastruttura strategica fondamentale per il nostro territorio, che ha già ricominciato ad abbracciare visitatori e turisti e non vede l’ora di poterne accogliere tanti altri. La crescita esponenziale avuta dal Colombo negli ultimi anni dimostra come lo scalo abbia enormi potenzialità, che potranno essere ulteriormente sviluppate in futuro sfruttando le sue peculiarità, tra cui quella, quasi unica al mondo, di aeroporto adiacente al centro cittadino”.

“Un operatore vicino alla città si vede nei momenti del bisogno – ha affermato Paolo Emilio Signorini, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale – e Volotea lo è stato e vuole esserlo sempre più con le sue rotte. Questa fiducia ripaga lo sforzo che la Società di gestione, Regione, Comune e Camera di Commercio hanno fatto per potenziare traffici e infrastrutture nei momenti più duri della pandemia. L’avvio dei lavori di ampliamento dell’aerostazione rifà il look della porta di ingresso di Genova e della Liguria integrando logistica, trasporti e turismo”

Da parte sua, Paolo Odone, Presidente dell’Aeroporto di Genova ha commentato con soddisfazione: “La riapertura della base Volotea è un deciso passo verso un’estate di riavvio del trasporto aereo. Grazie al network della compagnia, i passeggeri in partenza dal Cristoforo Colombo potranno raggiungere l’Italia, ma anche Grecia e Baleari, senza dimenticare la bella novità del collegamento con Parigi da settembre. Volotea è la compagnia con il maggior numero di rotte e di sedili in vendita sul nostro scalo e si conferma così un partner chiave nella strategia di rilancio dell’Aeroporto di Genova, che dopo lo stop di questo ultimo anno e mezzo ha come obiettivi il recupero del traffico perduto e l’avvio dell’ampliamento dell’aerostazione, possibile grazie al decisivo supporto finanziario di Regione Liguria”.

Le rotte Volotea disponibili da Genova sono 15: 10 domestiche (Alghero, Brindisi, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria) e 5 internazionali (Parigi Charles De Gaulle in Francia a partire da settembre 2021, Ibiza, Minorca e Palma di Maiorca in Spagna, Santorini in Grecia). Sono già in vendita anche le rotte alla volta di Atene, Corfù, Creta, Mykonos, Madrid e Malaga, che decolleranno nel 2022.

 

 

AGC GreenCom 10 Giugno 2021 15:15