Jeff Bezos andrà nello spazio il prossimo 20 luglio, e lo farà insieme a suo fratello Mark a bordo del New Shepard di Blue Origin, sua società fondata nel 2000. Il fondatore e attuale CEO di Amazon ha infatti annunciato con un video su Instagram che tra un mese e mezzo i due saliranno sul lanciatore suborbitale per partecipare al primo viaggio turistico unendosi così al vincitore di un posto a bordo, posto assegnato dell’asta online promossa dalla fondazione No Profit che fa riferimento a Blue Origin.

“È il mio sogno da quando avevo cinque anni”, ha dichiarato Bezos e pare che riuscirà a realizzarlo prima del suo grande rivale Elon Musk, Ceo di Tesla e di Richard Branson fondatori rispettivamente di Space X e Virgin Galactic. L’iniziativa era stata annunciata due mesi fa, con il via all’asta che assegnerà il biglietto. I partecipanti sono già quasi 6.000, da 143 paesi diversi.

L’offerta più alta al momento è di 2,8 milioni di dollari. Il denaro raccolto andrà all’associazione Club for the Future, fondata nel 2019 dalla stessa Blue Origin è impegnata a coinvolgere i giovani nello studio delle materie scientifiche. Il 20 luglio Jeff Bezos avrà appena consegnato a Andy Jassy il ruolo di CEO di Amazon, (la cosa avverrà due settimane prima), data non casuale perché il 5 luglio si celebreranno i 27 anni dalla fondazione della Società leader dell’e-commerce. E sono passati esattamente 52 anni dallo sbarco sulla luna di Neil Armstrong e Buzz Aldrin, avvenuto il 20 luglio del 1969.

“Sarà la più grande avventura col mio migliore amico” ha dichiarato Bezos. Il razzo supererà la linea di Kàrmàn, un confine fissato a 100 chilometri dal livello del mare, che segna il passaggio dall’atmosfera terrestre allo spazio esterno. Qui la capsula su cui viaggiano i “turisti dello spazio” si staccherà dal razzo. Terminato il volo, la capsula cadrà nel deserto del Texas, fermata da un paracadute.

AGC GreenCom 9 Giugno 2021 17:30