La bettolina Avenir Accolade è in rotta verso il porto di Oristano dove avvierà il primo scarico di gas naturale liquefatto caricato in Croazia. Nel frattempo  la società Higas controllata all’80% dal gruppo norvegese Avenir è in trattativa con Snam che potrebbe così diventare il nuovo azionista di maggioranza. Secondo quanto appreso da SHIPPING ITALY le negoziazioni sono in corso da tempo, forse non solo con Snam (in pole position) con un possibile accordo entro giugno.

Higas è la società, nata dall’unione di tre aziende (Gas&Heat, Cpl Concordia e Avenir Lng) con consolidate esperienze nella progettazione, trasporto, gestione e distribuzione di liquidi criogenici e sostanze pericolose, costituita nel 2014 con lo scopo di progettare, realizzare ed esercire il nuovo deposito costiero di Gnl a Oristano che ha una capacità di 9.000 metri cubi.

Snam consoliderebbe la propria presenza nel Tirreno  dove già è presente a Panigaglia (Spezia), con il rigassificatore onshore operato da Gnl Italia, e con un nuovo progetto di deposito e rigassificatore offshore a Portovesme, nel sud della Sardegna. A proposito di quest’ultimo Snam aveva diffuso l’invito all’invio di manifestazioni di interesse rivolto a società armatoriali interessate a fornire una nave gasiera da trasformare in Fsru (terminal galleggiante per lo stoccaggio e la rigassificazione del Gnl).

Fonte e foto Shipping Italy.it Higas Oristano

AGC GreenCom 25 Maggio 2021 12:30