È di tre morti e 27 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 6.4 che ieri ha colpito la  regione dello Yunnan, nel sudovest della Cina.

Lo riferiscono i media  ufficiali del gigante asiatico dopo la scossa che ieri sera è stata  registrata nella contea di Yangbi Yi, vicino alla città di Dali, a una profondità di 10 chilometri, secondo i dati del China Earthquake  Networks Center.

Forti scosse sono state avvertite a Dali, così come  nel capoluogo Kunming, e nella vicina provincia del Sichuan, come ha  riportato l’agenzia ufficiale Xinhua che parla di conseguenze per  oltre 72.300 abitanti e circa 21.000 case.

Qualche ora dopo una scossa di magnitudo 7.4 ha colpito la provincia nordoccidentale di Qinghai.  Sono stati segnalati danni alle strade e almeno due ponti sarebbero  crollati, ma in questa provincia non ci sono notizie di vittime.

AGC GreenCom 22 Maggio 2021 8:55