Obiettivo, aumentare cargo e utilizzare terminal ferroviario  Sarcofago.

Con l’obiettivo di realizzare “iniziative congiunte dedicate allo sviluppo dell’intermodalià ferro-aria e della mobilità sostenibile”, e di valorizzare l’area merci (la Cargo City, oltre 500.000 mq) e il terminal ferroviario di Sacconago dell’aeroporto di Milano Malpensa, Fnm Ferrovie Nord Milano)  e il gestore dello scalo, Sea, fanno rete con un protocollo d’intesa di collaborazione annunciato oggi giovedì 21 maggio.

Lo scopo della sinergia, oltre a individuare “un potenziale mercato di comune interesse”, è quello di rafforzare la posizione di Malpensa Intermodale e Malpensa Distripark, entrambe società che hanno il compito di sviluppare il terminal, e quella di Malpensa Cargo City, dove oggi transita il 60% del totale delle merci aeree trasportate in Italia.

Un accordo, quello sancito dal presidente di Fnm Andrea Gibelli, e dall’amministratore delegato nonché direttore generale di Sea Armando Brunini, che sarà portato avanti attraverso l’attività di uno specifico gruppo di lavoro composto da specialisti di entrambi i Gruppi.

La gestione del terminal di Sacconago tramite le società Malpensa Intermodale e Malpensa Distripark, oltre all’impegno di Fnm nello sviluppo del settore della logistica, rappresentano un “patrimonio” da mettere a disposizione “per offrire soluzioni innovative alla Regione e alle sue aziende”, utile per “promuovere un sistema di trasporti integrato che minimizzi l’impatto sull’ambiente”. La firma del ‘memorandum’ “permetterà di aumentare la quantità di merce che raggiungerà Malpensa via ferro, introducendo nuove opportunità di business per gli operatori e il territorio”.

Foto scalo merci terminal Sacconago

AGC GreenCom 21 Maggio 2021 15:00