Un iceberg delle dimensioni di metà della Corsica si è staccato dalla banchisa della Ronne in Antartide. È il più grande al mondo fino ad oggi.

Il più grande iceberg del mondo sta per galleggiare nei mari dell’Artico. Dal 14 maggio, il blocco di ghiaccio delle dimensioni di metà della Corsica si è staccato dal ghiaccio marino della Ronne in Antartide, come dimostrano le immagini di un satellite del programma europeo Copernicus.

L’iceberg, denominato A-76, è lungo circa 170 km e largo 25 km, per una superficie totale di 4.320 km quadrati e si è spezzato nel mare di Weddell , secondo una dichiarazione dell’Agenzia spaziale europea rilasciata mercoledì.

È stato originariamente individuato dal British Antarctic Survey (BAS), un’organizzazione di ricerca polare britannica con una base nelle vicinanze.

Fino all’A-76, l’iceberg più grande era l’A-23A, un blocco di ghiaccio di 3.380 km quadrati che si spostava anch’esso nel Mare di Weddell. La stazione polare britannica situata sul ghiaccio marino di Brunt, sempre sul mare di Weddell, aveva già assistito alla rottura di un iceberg di 1270 km.

Immagine satellitare del blocco di ghiaccio che si è spezzato dalla banchisa a Ronne, in Antartide. Per fare un confronto, la dimensione dell’isola di Maiorca è disegnata sopra. (ESA / AFP)

AGC GreenCom 21 Maggio 2021 8:18