La Maspero Elevatori, leader internazionale nella progettazione, realizzazione e manutenzione di impianti elevatori speciali, è stata selezionata per l’ammodernamento di tutti gli impianti elevatori degli edifici del Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra, con una commessa da 2,8 milioni di euro. È stata la joint venture Webuild-Cmb-Italiana Costruzioni ad incaricare la Maspero Elevatori.

I lavori di ristrutturazione assegnato alla cordata di imprese italiane, prevedono il completo rinnovamento degli edifici storici, con particolare attenzione alla tutela del patrimonio storico e artistico del Palais des Nations e a tutti gli aspetti relativi alla sicurezza del lavoro e accessibilità. Dopo il Palazzo di Vetro di New York, il Palazzo della Nazioni di Ginevra è il più importante centro operativo internazionale delle Nazioni Unite.

Costruito tra il 1929 e il 1936, è uno dei centri diplomatici più attivi al mondo con 34 sale conferenze che ospitano ogni anno 12.000 incontri con oltre 75.000 delegati e 100.000 visitatori. Affacciato sulla sponda Svizzera del lago di Ginevra, all’interno dei 46 ettari dell’Ariana Park, il Palais des Nations ha una superficie di 100.000 mq.

“Siamo molto contenti di essere stati coinvolti in questa prestigiosa e articolata ristrutturazione in quanto riconosce la nostra competenza nella realizzazione di impianti innovativi, dal design accurato e tecnologicamente all’avanguardia, affidabili e attenti alla sostenibilità e alla tutela del patrimonio storico – ha commentato Andrea Maspero, amministratore delegato dell’azienda – abbiamo già collaborato con la Cmb in altri progetti internazionali. La sfida più impegnativa sarà quella di mantenere la funzionalità degli uffici durante tutte le fasi della ristrutturazione che sapremo sicuramente affrontare grazie a un grande lavoro di squadra con tutti i player coinvolti”.

I lavori inizieranno ad ottobre e saranno improntati sulla massima sicurezza ed efficientamento energetico. L’ammodernamento dei primi ascensori sarà completato entro il primo trimestre del 2022. La realizzazione di 11 nuovi elevatori verticali sarà avviata il prossimo anno e si completerà entro la fine del 2023, con un servizio di monitoring che sarà applicato su tutti gli ascensori, non solo su quelli nuovi realizzati interamente dall’azienda, ma anche su quelli restaurati. Una Control Room garantirà la massima sicurezza, monitorando i movimenti di ogni ascensore, attivando e all’occorrenza disattivando l’accesso ai piani.

AGC GreenCom 20 Maggio 2021 17:00