“Il top della tecnologia, per una maggiore sicurezza di autisti e passeggeri” sono stati definiti da Giovanni Foti, AD di GTT (società in house del Comune di Torino, controllata tramite la finanziaria FCT Holding, concessionaria del servizio di trasporto pubblico locale nel territorio comunale e nell’area metropolitana oltre che della gestione dei parcheggi di scambio e della sosta tariffata) i 50 autobus elettrici che da lunedì 24 maggio percorreranno progressivamente le strade del capoluogo del Piemonte, cominciando con 4 mezzi.

“Fin dall’inizio abbiamo puntato a cambiare i mezzi della GTT che erano molto vecchi – ha dichiarato la Sindaca di Torino, Chiara Appendino in un video postato su Facebook ripreso durante una sua visita al deposito del Gerbido – e questo incideva sulla qualità del servizio. Siamo riusciti ad abbassare l’età media del nostro parco mezzi di 3 anni. Sono più di 200 i pullman nuovi che stanno già girando per la città e ora a fianco a questi arrivano anche quelli elettrici”.

“Sono mezzi che si ricaricano in 3 ore e possono fare circa 250 Km – ha proseguito la prima cittadina – e quindi possono esser impiegati in tutte le tratte della nostra città. I primi 4, lunedì, saranno impiegati sulle linee 58 e 71”. Ma le novità per Torino riguardo il Trasporto Pubblico Locale (TPL) non finiscono qui. Sono infatti in costruzione, come annunciato dall’Appendino, 70 tram nuovi che saranno in strada dal 2022 e sono in corso anche acquisti di altri mezzi.

I 50 bus elettrici che a mano a mano entreranno in servizio nei prossimi mesi fanno parte di una commessa di 100 veicoli da 12 metri aggiudicata dal costruttore cinese BYD Auto, costruttore di automobili e altri mezzi su gomma di Shenzhen, nella provincia del Guangdong.

Foto BYD Auto

 

AGC GreenCom 18 Maggio 2021 14:10