Il venticinquesimo episodio della leggendaria serie di film di spionaggio arriverà quasi due anni dopo la sua data di uscita originale, ma sembra che No Time to Die (non è tempo di morire) potrebbe saltare completamente i cinema. Ce lo racconta il sito specializzato https://global.techradar.com/it-it.

Perché? Bene, secondo i rapporti di punti vendita tra cui Collider, Amazon è in trattative per acquistare la società madre di James Bond MGM in un enorme affare da $ 9 miliardi. Oltre a Collider, Deadline e The Information hanno anche riferito che Amazon potrebbe acquisire MGM Holdings per una cifra simile.

I colloqui tra le due società si sono svolti nell’ultima settimana, secondo tutte e tre le pubblicazioni, ma Amazon e MGM hanno rifiutato di commentare la speculazione. Secondo quanto riferito, MGM è in vendita da un po ‘di tempo anche con il Wall Street Journal, nel dicembre 2020, suggerendo che sarebbe necessario un accordo del valore di $ 10 miliardi per garantire MGM Holdings e il suo considerevole catalogo di film di programmi TV.

La notizia arriva quando WarnerMedia e Discovery di AT&T sono sull’orlo di una fusione da 43 miliardi di dollari. La fusione di WarnerMedia e Discovery è vista come un modo per entrambe le società di lasciare un segno significativo nel mercato dello streaming e cercare di tentare il pubblico lontano da Netflix e Disney Plus.

Con questa fusione a sorpresa che sembra destinata a essere ratificata, non è un caso che Amazon stia tentando di finalizzare il proprio grosso problema nel rendere la leggendaria serie di James Bond esclusiva per la sua piattaforma di streaming Prime Video.

Non è chiaro se “No Time to Die” rinuncerà a un’uscita nelle sale se Amazon acquisisce MGM, ma i soldi intelligenti dicono che lo farà.

Nell’ottobre 2020, punti vendita tra cui Variety hanno riferito che MGM aveva discusso di vendere i diritti di No Time to Die a Netflix e ad altri servizi di streaming. Se Amazon acquisisse MGM, sarebbe una mossa molto strana da parte sua se non tenesse il prossimo film di 007 esclusivamente su Prime Video.

Certo, Amazon probabilmente si garantirebbe un po di incassi al botteghino se No Time to Die fosse uscito nei cinema. Tuttavia, a meno che non ci sia un accordo nell’acquisizione di MGM di Amazon in base al quale entrambe le società condividono i ricavi al botteghino, sospettiamo che MGM tratterrà la maggior parte, se non tutti, degli incassi teatrali di No Time to Die.

In tal caso, sarebbe nell’interesse commerciale di Amazon pubblicare solo No Time to Die su Prime Video. Se la prossima uscita di James Bond fosse esclusiva per la sua piattaforma di streaming, chiunque fosse interessato a guardare l’ultima uscita di 007 di Daniel Craig avrebbe bisogno di acquistare un abbonamento Prime Video per guardarlo. Amazon, quindi, tratterrebbe tutto il denaro ottenuto dai nuovi abbonamenti.

Amazon è stata nel mercato per esclusive di film da portare su Prime Video e ha avuto un grande successo negli ultimi 12 mesi quando è stato fatto. Sound of Metal, Borat 2 e Coming 2 America che hanno tutti attirato un vasto pubblico come esclusive Prime Video, e hanno persino continuato a garantire i gong alle grandi cerimonie di premiazione.

Sarebbe un giorno triste se Bond non fosse mai più visto sul grande schermo e mostrasse, ancora una volta, che il panorama della distribuzione cinematografica si sta spostando dai cinema alle nostre case. Per ora, però, attendiamo la conferma ufficiale se questo accordo andrà avanti o meno.

Se l’accordo dovesse fallire, No Time to Die arriverà nelle sale il 30 settembre nel Regno Unito e l’8 ottobre negli Stati Uniti.

AGC GreenCom 18 Maggio 2021 15:20