Mercoledì 19 maggio ENEA organizza il webinar Sviluppo e futuro delle Comunità Energetiche in Italia”, un tavolo di confronto con i maggiori esperti e rappresentanti di istituzioni, imprese, associazioni, municipalità e mondo della ricerca per “fare rete” e promuovere modelli innovativi e replicabili di gestione delle comunità energetiche attraverso nuove collaborazioni su tutto il territorio nazionale. L’evento si svolgerà online dalle 9:30 alle 12:30 con partecipazione libera e gratuita previa registrazione.

L’evento sarà l’occasione per approfondire le molteplici opportunità offerte dal decreto attuativo del 15 settembre 2020 sulle Comunità Energetiche con cui l’Italia ha avviato il processo di recepimento della Direttiva europea Red II e preparato il terreno per favorire la transizione energetica ed ecologica del sistema energetico italiano attraverso l’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili, con benefici ambientali, economici e sociali per il Paese.

Al workshop interverranno i presidenti dell’ENEA Federico Testa e della Commissione Industria e Commercio e Turismo del Senato della Repubblica Gianni Pietro Girotto, a seguire la rapporteur del Mission Board ‘Climate-Neutral and Smart Cities’ dell’Unione europea Anna Lisa Boni e l’amministratore delegato del GSE Roberto Moneta, oltre ai maggiori esperti e rappresentanti di istituzioni, imprese e mondo della ricerca, tra cui: AgID, ANCI, Autorità Città Metropolitane – ACT, Confindustria, Consorzio ABILAB, GSE, Legacoop, Luiss, Politecnico di Torino, RSE.

Il webinar sarà anche l’occasione per promuovere le tecnologie innovative sviluppate dall’ENEA al fine di supportare lo sviluppo di nuove Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) e sostenere l’innovazione sociale che ne consegue, con benefici in termini di sostenibilità ambientale, qualità della vita e coesione. In primo piano c’è RECONuno strumento innovativo e di facile utilizzo che consente di effettuare analisi preliminari di tipo energetico, economico e finanziario in ambito residenziale. Sulla base di semplici informazioni come consumi elettrici, caratteristiche degli impianti, incentivi previsti e alcuni parametri legati all’investimento, RECON è in grado di stimare resa energetica, impatto ambientale, autoconsumo e condivisione dell’energia nelle CER e di calcolare i flussi di cassa e i principali indicatori economici e finanziari. Altri punti di forza del tool sono la capacità di analizzare cluster di abitazioni con diversi livelli di conoscenza delle informazioni e di stimare i consumi sulla base di algoritmi implementati ad hoc nel caso in cui non siano disponibili.

AGC GreenCom 17 Maggio 2021 11:09