Il terremoto in atto a Gubbio non sembra destare particolare preoccupazione negli esperti dell’Osservatorio sismico A. Bina di Perugia. Secondo quanto riferito da padre Martino Siciliani, nonostante sia impossibile prevedere i terremoti con precisione, si tratta di un fenomeno non particolarmente violento. “Continuerà ancora, molto probabilmente – spiega – ma non sarà un fenomeno molto lungo. La scossa maggiore registrata è di magnitudo 4.0. E’ probabile che ci siano altre scosse di assestamento nelle prossime ore”.

L’epicentro del terremoto è stato localizzato nel tratto tra Belvedere e Gubbio. Soprattutto Gubbio è stata la città maggiormente interessata dalle scosse che sono state avvertite fino a Perugia. Non si segnalano, tuttavia, danni alle strutture, come rilevato dai sopralluoghi effettuati dai vigili del fuoco e dalla protezione civile. Solo un po’ di paura tra la popolazione che è scesa in strada.

Oggi a Gubbio è un giorno molto particolare: per il secondo anno consecutivo, infatti, a causa del Covid-19 non è stato possibile lo svolgimento della famosa Corsa dei Ceri, la festa, in onore del patrono Sant’Ubaldo, più sentita in città.

Nonostante le scosse di terremoto, ha fatto sapere il sindaco Filippo Mario Stirati, la cerimonia di benedizione della città da parte del vescovo, in programma per le 17 è ugualmente confermata.

Le scosse di terremoto, tuttavia, hanno provocato lievi disagi per la circolazione ferroviaria, dove, a Fossato di Vico, è stato sospeso il traffico sulla linea Orte-Ancona con due treni rimasti fermi. La circolazione ferroviaria, proprio in questi minuti, starebbe, comunque, riprendendo.

AGC GreenCom 15 Maggio 2021 14:38