L’ex Premier e Leader di Forza Italia ha lasciato nel pomeriggio di oggi sabato 15 maggio l’ospedale San Raffaele di Milano dove si trovava ricoverato da martedì scorso. Superata la “crisi” che nella serata di ieri aveva destato serie preoccupazioni tra i sanitari che lo hanno in cura, Berlusconi è stato accompagnato nella villa di Arcore dove, su indicazioni del medico personale professor Alberto Zangrillo, una zona dell’edificio era stata già allestita con tutte le attrezzature proprie di un vero ospedale. Nonostante ciò, appunto martedì per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute era stato necessario procedere a un nuovo ricovero. Sembra, tra l’altro, per un sopraggiunto improvviso scompenso cardiaco.

Da quanto si è appreso l’illustre paziente sarebbe sofferente di una gastroenterite ed altri problemi infiammatori probabilmente legati ai postumi del Covid che lo ha colpito nei mesi scorsi. Anche se indiscrezioni provenienti da amicizie più strette parlano dell’avvenuta sostituzione in nottata del pacemaker che lo “accompagna” da diversi anni. Silvio Berlusconi sarebbe comunque fortemente debilitato. Da qui le forte preoccupazioni dei medici sul suo stato di salute.

Poco prima di essere dimesso dall’ospedale milanese, Berlusconi ha incontrato il vicepresidente del Gruppo San Donato Kamel Ghribi che ha poi dichiarato di averlo “trovato forte e in forma”.

 

AGC GreenCom 15 Maggio 2021 19:33