Dopo la decisione dell’Efsa che ha definito non sicuro il biossido di titanio, Assoutenti scende in campo e diffida il Ministero della salute ad adottare provvedimenti urgenti a tutela della salute dei cittadini.

Il biossido di titanio, che si presenta sotto forma di polvere cristallina incolore, tendente al bianco, è uno dei principali additivi alimentari, usato principalmente come colorante per dolci e caramelle, oltre ad avere anche altri scopi che non hanno nulla a che fare con il cibo (ad esempio come pigmento bianco nelle vernici).

L’Autorità Europea ha evidenziato il rischio che la sostanza sia genotossica e possa essere assorbita dall’organismo – spiega il presidente Furio Truzzi – Un potenziale pericolo per la salute umana che, in base al principio di precauzione, deve portare le istituzioni italiane a misure atte a garantire la sicurezza alimentare”.

“Per tale motivo chiediamo al Ministero della salute di vietare da subito la commercializzazione in Italia di prodotti come dolci e caramelle, prodotti da forno, brodi e salse destinati al consumo umano e che contengano al loro interno biossido di titanio” – conclude Truzzi.

AGC GreenCom 10 Maggio 2021 16:30