Parola d’ordine all’interno dell’Executive Board di Lufthansa Group è “modernizzazione” della flotta. Il Gruppo tedesco “vede” la ripresa e spinge sull’acceleratore annunciando l’acquisto di dieci nuovi velivoli per le rotte di lungo raggio. Nuovi aeromobili, efficienti in termini di consumo di carburante per sostituire i vecchi tipi anche su rotte a corto, medio e raggio. E si comincia con cinque Airbus A350-900 e altrettanti Boeing B787-9, tanto per non scontentare nessuno dei più importanti costruttori.

Il Supervisory Board ne ha così approvato l’acquisto. Questi aeromobili saranno operati da Lufthansa Airline e rafforzeranno l’offerta premium del brand principale del Gruppo. Nell’ambito del programma di rinnovo della flotta, un totale di 175 nuovi aeromobili sarà consegnato alle compagnie aeree di Lufthansa Group in questo decennio.

“Anche in questi tempi difficili, continuiamo a investire in una flotta più moderna, più efficiente e con emissioni ridotte – ha dichiarato Carsten Spohr, Chairman of the Executive Board and CEO of Deutsche Lufthansa AG – e allo stesso tempo, stiamo portando avanti la modernizzazione della nostra flotta a lungo raggio ancora più velocemente di quanto pianificato in precedenza alla pandemia di Coronavirus. I nuovi aeromobili sono i più moderni nel loro genere. Vogliamo espandere ulteriormente il nostro ruolo di leadership globale, tra le altre cose, con prodotti premium all’avanguardia e una flotta all’avanguardia, soprattutto perché abbiamo una responsabilità nei confronti dell’ambiente”.

Il primo Boeing 787-9 dovrebbe volare per Lufthansa già nel prossimo inverno, mentre altri seguiranno nella prima metà del 2022. La decisione odierna porta il numero totale di ordini fermi per Boeing 787-9 e Boeing 777-9 a 45 aeromobili. A causa del drammatico impatto della pandemia sull’aviazione globale, gli aeromobili ordinati da alcune compagnie aeree non hanno potuto essere consegnati negli ultimi dodici mesi. Lufthansa trattando con Boeing ha trovato un modo per acquistare cinque 787-9 già prodotti. Allo stesso tempo, il Gruppo ha raggiunto un accordo con Boeing su un piano di consegna ristrutturato.

I cinque Airbus A350-900 appena ordinati saranno invece consegnati dall’industria europea nel 2027 e nel 2028. Ciò porta il numero totale di ordini fermi per l’A350-900 a 45 aeromobili. Lufthansa Group ha inoltre concordato con Airbus una ristrutturazione delle consegne programmate.

Oltre a rinnovare la sua flotta a lungo raggio, Lufthansa si concentra, come detto, anche sulle ultime tecnologie, la massima efficienza e il massimo livello di comfort per i clienti sulle rotte a corto raggio. Solo nell’anno in corso, Lufthansa prenderà in consegna, in media ogni mese, un nuovo aeromobile della famiglia Airbus A320 a basso consumo di carburante per rotte a corto e medio raggio. La consegna di altri 107 aeromobili della famiglia Airbus A320 è prevista fino al 2027.

Con Airbus A350-900, Boeing 777-9 e Boeing 787-9 Lufthansa Group utilizzerà gli aerei a lungo raggio più efficienti in termini di consumo di cherosene per passeggero e 100 chilometri volati. In media, i nuovi velivoli consumeranno solo circa 2,5 litri di cherosene per passeggero e 100 chilometri di volo. Si tratta di circa il 30% in meno rispetto a molti modelli di aeromobili a lungo raggio attuali e precedentemente utilizzati e ciò avrà un impatto altrettanto positivo sulla carbon footprint del Gruppo

L’investimento in nuovi aeromobili è in linea con l’accordo quadro tra l’Economic Stabilization Fund of the Federal Republic of Germany (WSF) e Deutsche Lufthansa AG. Gli investimenti sono inoltre in linea con la politica del Gruppo di limitare le spese in conto capitale annuali al livello di ammortamento e di concentrarsi strettamente sull’incremento del valore aziendale

I piani attuali richiedono una riduzione iniziale della flotta, mentre allo stesso tempo la modernizzano ampiamente in futuro. I Boeing 787-9 e gli Airbus A350-900 sostituiranno essenzialmente i quadrireattori Airbus A340-300 per il lungo raggio (gli A340-600 sono già stati messi a terra nel 2020 praticamente a inizio pandemia) come parte di questo processo.

Strategia che prevede di ridurre il numero dei quadrigetti nella flotta a lungo raggio di Lufthansa Group a meno del 15% entro la metà di questo decennio. Prima della crisi, la quota era intorno al 50%. I nuovi velivoli a basso consumo ridurranno i costi operativi di circa il 15% rispetto ai modelli che sostituiscono insieme a un deciso aumento della sostenibilità a vantaggio della difesa dell’ambiente con una sensibile diminuzione dei rumori e delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Foto Lufthansa Group: Boeing 787-9

 

AGC GreenCom 9 Maggio 2021 23:31