mercoledì, Settembre 22, 2021
HomeAmbienteUSA: natura folle, trilioni di cicale stanno per emergere

USA: natura folle, trilioni di cicale stanno per emergere

Ne scrive per l’Associated Press  SETH BORENSTEIN il quale racconta che spulciando tra un carico di pala di terra in un cortile di periferia, Michael Raupp e Paula Shrewsbury trovano la loro preda, numerose ninfe di cicala.

Al terzo piede quadrato di terra, gli entomologi dell’Università del Maryland trovano almeno sette cicale – un tasso appena inferiore al milione per acro. Un cantiere vicino ha prodotto un tasso più vicino a 1,5 milioni. E ce n’è molto di più perché stanno arrivando trilioni di insetti neri dagli occhi rossi, dicono gli scienziati.

Entro pochi giorni, un paio di settimane al massimo, le cicale di Brood X  emergeranno dopo 17 anni sottoterra. Ci sono molte nidiate di cicale periodiche che compaiono su orari rigidi in anni diversi, ma questa è una delle più grandi e più evidenti. Saranno presenti in 15 stati dall’Indiana alla Georgia a New York e stanno uscendo ora in massa nel Tennessee e nel North Carolina. Quando l’intera covata emerge, i cortili possono sembrare ondeggiare e il coro degli insetti è rumoroso, quasi come i  tosaerba.

“Le cicale usciranno per lo più al tramonto per cercare di evitare tutto ciò che le vuole mangiare, sgusciando fuori dai buchi nel terreno. Proveranno a arrampicarsi sugli alberi o su qualsiasi cosa verticale. Una volta sollevate da terra,

È uno degli eventi più strani della natura, con il sesso, una corsa contro la morte, l’evoluzione è quella che può suonare come una brutta colonna sonora di un film di fantascienza” afferma Raup.

Alcune persone possono avere ripulsa per questi insetti tanto che gli psichiatri chiamano entomologi preoccupati per i loro pazienti, ha detto Shrewsbury. Ma gli scienziati dicono che l‘arrivo di Brood X è un segno che nonostante l’inquinamento, i cambiamenti climatici e la drammatica perdita di biodiversità, c’è ancora qualcosa di giusto con la natura. “Ed è un vero spettacolo”.

Raupp presenta la narrazione della vita della cicala con tutta la verve di un blockbuster di Hollywood: “Hai una creatura che trascorre 17 anni in un’esistenza simile a COVID, isolata sottoterra che succhia la linfa delle piante, giusto? Nel 17 ° anno questi adolescenti usciranno dalla terra a miliardi se non trilioni. Cercheranno di migliorare tutto ciò che sul pianeta vuole mangiarli durante questo periodo critico della notte in cui stanno solo cercando di crescere, stanno solo cercando di essere adulti, cambiare la pelle, prendere le ali , sali sulle cime degli alberi, fuggi dai loro predatori ”.

“Una volta sulle cime degli alberi, ehi, sarà tutto incentrato sul romanticismo. Sono solo i maschi che cantano. Ci sarà un grande gruppo di ragazzi lassù mentre i maschi cercano di corteggiare le femmine e cercano di convincerle ad essere la madre delle sue ninfe. Si esibirà, canterà canzoni. Se le piace, farà clic sulle sue ali. Faranno del sesso selvaggio sulla cima degli alberi”.

“Poi – prosegue l’entomologo-  si sposterà sui piccoli rami, deporrà le uova e sarà tutto finito nel giro di poche settimane. Cadranno. Fondamentalmente fertilizzeranno le piante da cui sono state generate. Sei settimane dopo le piccole ninfe cadranno a 80 piedi dalle cime degli alberi, rimbalzeranno due volte, si rintaneranno nel terreno, torneranno sottoterra per altri 17 anni. Questo”, dice Raupp, “è uno dei cicli di vita più folli di qualsiasi creatura del pianeta”.

L’America è l’unico posto al mondo dove, periodicamente, cicale che rimangono sottoterra per 13 o 17 anni, afferma l’entomologo John Cooley dell’Università del Connecticut. Gli insetti emergono in gran numero solo quando la temperatura del suolo raggiunge i 64 gradi. Ciò sta accadendo all’inizio del calendario negli ultimi anni a causa del cambiamento climatico, afferma l’entomologo Gene Kritsky. Prima del 1950 emergevano alla fine di maggio; ora escono settimane prima. Sebbene ci siano stati i primi insetti nel Maryland e nell’Ohio, le temperature del suolo sono state negli anni ’60.

Quindi Raupp e altri scienziati credono che la grande emergenza sia a pochi giorni di distanza, una o due settimane, al massimo. Le cicale che escono presto non sopravvivono. Vengono rapidamente mangiate dai predatori. Le cicale hanno sviluppato una tecnica di sopravvivenza chiave con il loro numero  schiacciante. Ce ne sono troppe per essere mangiate quando emergono tutti in una volta, quindi alcuni sopravviveranno e si riprodurranno.

Questa non è un’invasione. Le cicale sono state qui tutto il tempo, nutrendosi silenziosamente delle radici degli alberi sottoterra, non addormentate, muovendosi lentamente aspettando che i loro orologi biologici dicessero loro che è ora di uscire e riprodursi. Sono in America da milioni di anni, molto più a lungo delle persone.

Quando emergono, diventano rumorose – 105 decibel- ma ci sono tre specie distinte di cicala e ognuna ha il proprio canto di accoppiamento. Non sono locuste e le uniche piante che danneggiano sono alberi giovani, ma l’anno dopo una grande partita di cicale, gli alberi in realtà stanno meglio perché gli insetti morti servono da fertilizzante.

Le persone tendono ad avere paura degli insetti sbagliati, afferma l’entomologa May Berenbaum dell’Università dell’Illinois. La zanzara uccide più persone di qualsiasi altro animale a causa della malaria e di altre malattie. Eppure alcune persone temono davvero la cicala. Penso che vengano considerate un inconveniente. Inoltre, quando muoiono in massa hanno un cattivo odore “, dice Berenbaum. “Interrompono davvero il nostro senso dell’ordine.”

Ma ad altri piacciono le cicale e le mangiano anche, usando ricette come quelle in un libro di cucina dell’Università del Maryland. E per scienziati come Cooley, c’è una vera bellezza nel loro ciclo di vita. “Questa è una bella storia, gente. Lo è davvero ed è tra un anno che ne avremo bisogno di più “, dice. “Quando escono, è un ottimo segno che le foreste sono in buone condizioni. Tutto è come dovrebbe essere. “

Foto Associated Press

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments