Tom Boon per Simple Flying (articolo ripreso da Intelligent Aerospace) riferisce che Lufthansa e la sua divisione cargo stanno cercando di rendere il volo il più rispettoso dell’ambiente e sostenibile possibile. La compagnia di bandiera tedesca sta ora guardando alla natura per raggiungere questo obiettivo, con il lancio della tecnologia della pelle di squalo mirata alla flotta Boeing 777F della compagnia a partire dal prossimo anno, riferisce Tom Boon per Simple Flying.

Minore è la resistenza all’attrito di un aereo in aria, minore è il consumo di carburante. Utilizzando la natura come modello, l’industria aeronautica ha ricercato i modi per ridurre la resistenza aerodinamica per molti anni. Ora Lufthansa Technik e BASF sono riuscite a fare il salto di qualità come parte di un progetto comune. “AeroSHARK” appunto, una pellicola di superficie che imita la struttura sottile della pelle di uno squalo e che verrà implementata sull’intera flotta di mercantili di Lufthansa Cargo dall’inizio del 2022, rendendo l’aereo più economico e riducendone le emissioni.

La struttura della superficie costituita da nervature che misurano circa 50 micrometri imita le proprietà della pelle di squalo e quindi ottimizza l’aerodinamica sulle parti del velivolo legate al flusso. Ciò significa che nel complesso è necessario meno carburante. Per i Boeing 777F di Lufthansa Cargo, Lufthansa Technik stima una riduzione della resistenza di oltre l’1%. Per l’intera flotta di dieci aeromobili, ciò si traduce in un risparmio annuo di circa 3.700 tonnellate di cherosene e poco meno di 11.700 tonnellate di emissioni di CO2, che equivalgono a 48 voli merci individuali da Francoforte a Shanghai.

“La responsabilità per l’ambiente e la società è un argomento strategico chiave per noi”, afferma Christina Foerster, membro del consiglio di amministrazione di Deutsche Lufthansa AG con responsabilità per la sostenibilità.

“Abbiamo sempre svolto un ruolo di primo piano nell’introduzione di tecnologie rispettose dell’ambiente. La nuova tecnologia della pelle di squalo per gli aerei mostra ciò che partner forti e altamente innovativi possono ottenere collettivamente per l’ambiente. Questo ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo di neutralità climatica entro il 2050”.

“L’industria aeronautica sta affrontando sfide simili all’industria chimica: è necessario compiere progressi continui con la protezione del clima nonostante l’elevato fabbisogno energetico.

Collaborando strettamente e combinando con successo il nostro know-how nella progettazione delle superfici e nell’aerodinamica, siamo ora riusciti a Questo è un eccellente esempio di sostenibilità nella pratica, ottenuto attraverso la collaborazione basata su partnership e tecnologie innovative “, afferma il Dr. Markus Kamieth, membro del consiglio di amministrazione di BASF.

Foto Intelligent Aerospace

AGC GreenCom 5 Maggio 2021 9:29