Con il ritorno in zona gialla il museo della Geotermia di Larderello, nel territorio comunale di Pomarance (Pisa), ha riaperto ufficialmente le porte al pubblico (tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, con ultimo ingresso alle ore 18).

Al fine di garantire la tutela dei visitatori e del personale del museo, Enel Green Power Italia ha adottato tutte le misure di sicurezza, dotando l’ingresso di postazione con gel disinfettante, rilevazione della temperatura corporea dei visitatori e dando priorità alle visite su prenotazione (mentre il sabato e la domenica è obbligatoria).

Il museo, gestito da Idealcoop, racconta la storia dell’energia attraverso diverse sale che si snodano in un percorso interattivo. E, si spiega dal gruppo, “rappresenta un tassello fondamentale del più ampio contesto della geotermia toscana, antico nelle sue suggestive origini e di grande innovazione nelle sue applicazioni industriali sia dal punto di vista tecnologico che di sostenibilità ambientale”.

Enel Green Power gestisce questa realtà attraverso le 34 centrali geotermiche (per un totale di 37 gruppi di produzione) distribuite tra le province di Pisa, Siena e Grosseto “per una produzione di circa 6 miliardi di kilowattora, capace di soddisfare quasi il 30% del fabbisogno energetico regionale, fornendo anche calore utile a riscaldare circa 10.000 utenti residenziali nonché aziende dei territori geotermici, circa 30 ettari di serre, caseifici ed un’importante filiera agricola, gastronomica e turistica”, si sottolinea.

AGC GreenCom 4 Maggio 2021 16:00