L’azienda chimica britannica Johnson Matthey ha concluso un accordo con Stena Recycling. Lo scopo della cooperazione è sviluppare una catena del valore in Europa per il riciclo delle batterie agli ioni di litio e il recupero dei materiali della produzione di celle a batteria.

La Johnson Matthey, ha dichiarato: “Si prevede che la quantità di batterie agli ioni di litio utilizzate nei veicoli e nell’accumulo di energia aumenterà di quasi dieci volte nel prossimo decennio, da 260 Gigawattore nel 2020 a 2.500 Gigawattore nel 2030. Ciò si tradurrà in un aumento esponenziale della domanda di riciclo, essenziale per recuperare metalli critici come litio, nichel e cobalto, riducendo l’impronta di carbonio dei veicoli elettrici a batteria”.

La divisione dei compiti sarà la seguente: la Stena, esperta di riciclo e gestione dei rifiuti, sta attualmente implementando strutture e procedure per estrarre i materiali dalle batterie per un’ulteriore raffinazione. L’azienda chimica Johnson Matthey si occuperà quindi di questa raffinazione e svilupperà tecniche e procedure adeguate a questo obiettivo.

AGC GreenCom 2 Maggio 2021 15:45