domenica, Settembre 26, 2021
HomeTrasportiFrancia: Svolta del Governo per le linee ad alta velocità

Francia: Svolta del Governo per le linee ad alta velocità

Il primo ministro Jean Castex ha promesso che lo Stato finanzierà l’LGV Bordeaux-Tolosa per un importo di 4,1 miliardi di euro, Lo riporta il quotidiano francese Le Monde.

“Questo non è un cambiamento di dottrina” affermano dall’entourage del Primo Ministro, Jean Castex. Lo stop alle nuove e costose linee ferroviarie ad alta velocità decretata all’inizio del mandato quinquennale di Emmanuel Macron sembra terminata un anno prima della scadenza delle elezioni presidenziali.

 In una lettera inviata martedì 27 aprile a Carole Delga, presidente socialista della regione dell’Occitania, ea Jean-Luc Moudenc, sindaco (LR) di Tolosa, il Castex ha annunciato che lo Stato impegnerà fino a 4 miliardi di euro in il progetto della linea ad alta velocità (LGV) Bordeaux-Tolosa, noto come GPSO (Grand Projet du Sud-Ouest).

Lungo 222 chilometri, di cui 55 condivisi con la nuova linea Bordeaux-Dax, il GPSO collegherà Parigi a Tolosa in 3 h 10, rispetto alle 4:10 attuali. L’intero progetto, il cui costo è stimato intorno ai 9,5 miliardi, dovrebbe essere finanziato allo stesso modo dallo Stato e dalle comunità, con l’Europa che completa il 20% del finanziamento. Per  madameDelga, questo annuncio è “un primo passo, dopo un weekend surreale, e tre anni di silenzio da parte del governo”.

Il progetto, vecchio di quasi trent’anni, sembrava essere caduto nell’oblio dall’estate del 2017. Ma in poche ore è cambiato tutto. Dopo una visita un po ‘turbolenta a Tolosa da parte del capo del governo questo sabato 24 aprile, i due occitani eletti hanno vinto la loro causa. È vero che non avevano nascosto la loro ira dopo aver appreso che il governo stava liberando fondi per la nuova linea Provenza-Alpi-Costa Azzurra (PACA), mentre erano rimasti senza risposta per quanto riguarda Bordeaux-Tolosa. “Abbiamo manovrato bene e messo pressione difendendo l’equilibrio territoriale e la solidità del nostro caso” , commenta Moudenc.

Se ha giocato, la rabbia del duo di Tolosa non è stato l’unico vettore della svolta. In primo luogo, al termine del mandato presidenziale, l’esecutivo ha deciso di avvicinarsi ai territori. E poi l’arrivo a Matignon del catalano Jean Castex, grande appassionato della faccenda ferroviaria, coincise con l’inizio dell’allentamento della regola di non finanziamento delle linee ad alta velocità. Nel luglio 2020, il capo del governo ha dichiarato di voler completare senza indugio la costruzione della nuova linea Montpellier-Perpignan. Il signor Castex, nella sua lettera di martedì, ha anche sottolineato il suo desiderio di accelerare sulla tratta Montpellier-Béziers di questa linea della Linguadoca.

Nella foto la Gare de Lyon Parigi

Giuliano Longo
Direzione editoriale l'Unità, commissione parlamentare legge editoria 1980. CDA Sipra rai. Direzione comunicazione PCI. Amministratore delegato Paese Sera quotidiano. Direzione editoriale quotidiano Liberazione. Editore di Time out Roma. No Limits supplemento de l'Unità. Direttore editoriale free Press Cinque giorni successivamente Cinque Quotidiano
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments