Gli oggetti che sono apparsi nel filmato Marina Usa  e chiamati “Sfera”, “Ghianda” e “Dirigibile metallico”, rimangono non identificati,  ma alcuni che affermano che non erano altro che palloncini meteorologici o droni spia stranieri. Lo riferisce l’agenzia russa Sputnik.

Il regista americano Jeremy Corbell, che è in possesso di video e foto della Marina degli Stati Uniti che mostrano presunti oggetti volanti non identificati (UFO), ha pubblicizzato il filmato come unico, qualcosa che, ha sostenuto, potrebbe essere autentico.

“Questa è un’informazione esplosiva e probabilmente il miglior filmato UFO girato da militari che io abbia mai visto, ma penso anche che il mondo abbia mai visto”, ha detto Corbell a Fox News, definendo  gli UFO “uno straordinario pezzo di tecnologia”, poiché ”chiunque utilizzi queste tecnologie è molto più avanzato di qualsiasi altra cosa che abbiamo nell’arsenale degli Stati Uniti e questo dovrebbe essere un segnale di avvertimento”. “Dobbiamo scoprire le intenzioni degli operatori di questi veicoli”, ha insistito Corbell suggerendo che i presunti UFO nelle riprese non sono palloni meteorologici o droni spia stranieri come alcuni hanno affermato.

“Questi velivoli non spingono qualcosa fuori dal dorso dello scafo per andare avanti. Sono mezzi a propulsione gravitazionale, transmedium – che possono andare dallo spazio all’aria al mare senza distruzione”, ha affermato il regista.

L’opinione di Corbell è stata divulgata dopo che il Pentagono ha confermato l’autenticità dei video e delle immagini degli UFO filmati dal personale della Marina degli Stati Uniti. Oggi, gli UFO sono anche indicati come “Fenomeni aerei non identificati” (UAP) o veicoli aerei anomali (AAV).

“Posso confermare che le foto e i video a cui si fa riferimento sono stati realizzati dal personale della Marina. L’UAPTF [Unidentified Aerial Phenomena Task Force] ha incluso questi “incidenti” negli esami in corso, ha detto la portavoce del Dipartimento della Difesa (DOD) Susan Gough. Tuttavia ha chiarito che il Pentagono “non discuterà pubblicamente la questione per mantenere la sicurezza delle operazioni ed evitare di divulgare informazioni che potrebbero essere utili a potenziali avversari”.

Gli avvistamenti, che oltre a Corbell sono stati rivelati anche al giornalista George Knapp e includono un video di 18 secondi di tre velivoli “a forma di piramide” in volo sulla USS Russell nel luglio 2019, nonché immagini di altri tre oggetti misteriosi, uno dei quali era secondo quanto riferito, condiviso online lo scorso anno.

Il National UFO Reporting Center, da parte sua, ha affermato che l’anno scorso ha avvistato almeno 7.263  UAP negli Stati Uniti, rispetto ai 5.796 dell’anno prima. Le osservazioni arrivano pochi mesi prima della pubblicazione  di un rapporto dell’Intelligence statunitense che riporta  tutto ciò che la Casa Bianca sa sugli UFO.

Foto NASA

AGC GreenCom 16 Aprile 2021 12:30