Ne scrivono le agenzie di stampa russe le quali tuttavia sottolineano che prima di entrare in vigore, l‘accordo dovrà essere ratificato dal parlamento norvegese. A febbraio, i bombardieri strategici B-1 statunitensi sono arrivati ​​in Norvegia per condurre missioni di addestramento, inaugurando la prima volta che gli aerei americani hanno operato nel paese scandinavo.

L’accordo è stato sottoscritto  venerdì scorso e consente alle forze armate statunitensi di creare le proprie strutture sul suolo norvegese, secondo un annuncio di fonti norvegesi.

Le forze armate statunitensi potranno installare strutture in tre aeroporti e una base navale. Tuttavia, la Norvegia ha specificato che l’accordo non prevede l’istituzione di basi militari nel paese.

Gli sviluppi della situazione arrivano dopo che gli Stati Uniti hanno effettuato la loro prima missione di addestramento in Norvegia i con loro bombardieri strategici B-1 a febbraio. La manovra aveva lo scopo di testare gli aerei da guerra nel nord e migliorare la loro interoperabilità con gli alleati.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato in precedenza che l’intenzione di Oslo di schierare bombardieri strategici statunitensi nella sua base aerea vicino a Trondheim è stata vista come un altro passo verso l’aumento dell’attività militare nella regione.

Foto bombardiere USA B1

AGC GreenCom 16 Aprile 2021 18:00