Lo riporta ISAI ROCHA  su la Weekly periodico di news on line di Los Angeles il quale rivela la   Public Health ha rilevato un caso del sudafricano e tre casi delle varianti brasiliane COVID-19.

Entrambe le varianti note come B.1.351 e P.1, hanno aumentato la trasmissione di COVID-19 nei rispettivi paesi e sono state “suscettibili a determinate terapie”.

“Sebbene questi siano i primi casi segnalati della variante sudafricana e brasiliana nella contea di Los Angeles  è probabile che ci siano altri casi non rilevati / non diagnosticati”, ha detto in un comunicato stampa L.A. Public Health.

Sebbene questi siano i primi casi segnalati nella contea di Los Angeles, ci sono stati 33 casi della variante brasiliana e 10 casi della variante sudafricana segnalati in altre parti della California, insieme ad almeno altri quattro dal Regno Unito, India, New York e uno scoperto per la prima volta in California.

Il Dipartimento della sanità pubblica della contea di Los Angeles continua a testare le varianti e dei 70 casi studiati questa settimana, il 64% ha trovato la variante del Regno Unito, mentre il 20% era della variante della California.

Nonostante la scoperta delle nuove varianti, i numeri di trasmissione COVID-19 continuano a diminuire nella contea di L.A. A marzo, il numero medio di decessi correlati a COVID-19 è diminuito dell’86%.

A partire da mercoledì, la Contea di Los Angeles, 10 mln di abitanti, ha registrato 552 ricoveri in forte calo rispetto alla media più alta registrata il 7 gennaio, con 8.046.

AGC GreenCom 10 Aprile 2021 11:50