L’aeroporto internazionale di San Francisco (SFO) e United Airlines sono diventati i primi negli Stati Uniti a provare un’esperienza aeroportuale low-touch (a basso contatto) e biometrica dal check-in all’imbarco per i viaggiatori nazionali su voli selezionati evitando al massimo contatti di biglietteria e controlli.

Utilizzando lo Smart Path di SITA (Société internationale de télécommunications aéronautiques )  i passeggeri che partecipano alla prova possono collegare la patente di guida alla loro biometria facciale al momento del check-in. Possono quindi spostarsi in aeroporto, dal check-in alla consegna dei bagagli, ai controlli di sicurezza e all’imbarco, semplicemente scansionando il viso in ogni punto di contatto.

Nel 2020, oltre la metà di tutti i voli internazionali di SFO sono stati imbarcati utilizzando la biometria. Oggi l’aeroporto e United estendono la stessa esperienza ai passeggeri nazionali su voli selezionati presso SFO attraverso più fasi del viaggio.

Il vicepresidente delle operazioni aeroportuali di United Airlines presso l’aeroporto internazionale di San Francisco, Lori Augustine, ha dichiarato: “United è stata leader nel fornire un’esperienza touchless per i clienti, dalla nostra partnership di lunga data e continua con CLEAR, all’essere la prima compagnia aerea a implementare il touchless con chioschi nelle nostre lobby di check-in. Non vediamo l’ora di partecipare a questa prova con SITA ed esplorare nuove tecnologie che aiuteranno a informare le nostre offerte biometriche in futuro, oltre a offrire ai nostri clienti nazionali un’esperienza senza intoppi mentre viaggiano attraverso l’aeroporto “.

In risposta a COVID-19, SFO, United e SITA stanno collaborando per fornire soluzioni self-service più sicure e innovative che riducono il contatto con i passeggeri e le interazioni con gli agenti, migliorano l’esperienza del cliente e riducono i tempi di elaborazione.

Con Smart Path, il tuo viso è la tua carta d’imbarco. I passeggeri United collegano semplicemente la patente di guida e i dettagli del volo alla biometria facciale. I passeggeri quindi si avvicinano a una fotocamera abilitata biometricamente per lasciare i bagagli, passare attraverso i controlli di sicurezza o salire a bordo dell’aeromobile senza dover consegnare il possesso del proprio documento di identità con foto o della carta d’imbarco. Ciò riduce il contatto fisico e fornisce un processo più efficiente sia per i viaggiatori che per il personale.

Foto Intelligent Aerospace

AGC GreenCom 9 Aprile 2021 7:32