RWE (colosso tedesco dell’energia)  in Italia è in continua crescita: la società ha completato la costruzione del suo nuovo parco eolico onshore di Alcamo II in Sicilia.

Nell’ambito di un contratto di fornitura di lungo termine, il Power Purchase Agreement (PPA), l’energia elettrica green prodotta da questo impianto verrà conferita al Gruppo Sofidel che è uno dei maggiori produttori al mondo di carta per uso igienico e domestico, noto principalmente per il marchio “Regina”. L’accordo ha consentito a RWE di realizzare il nuovo sito senza dover ricorrere a sussidi statali e consente a Sofidel di proseguire verso il raggiungimento dei suoi ambiziosi obiettivi a tutela del clima, rafforzando il proprio impegno per un futuro sostenibile, per le persone e il pianeta.

 Il nuovo parco eolico è costituito da quattro turbine Goldwind (GW 136-3.4.MW), per una capacità totale di 13,6 megawatt (MW). Il PPA con Sofidel, unico acquirente corporate, ha consentito la realizzazione di Alcamo II, assicurandone la sostenibilità finanziaria grazie alla contrattualizzazione di 26 gigawatt ora all’anno. Come parte acquirente, Sofidel acquisisce tutte le garanzie di origine del parco eolico. L’accordo ha efficacia dall’inizio di aprile 2021 e resterà in vigore fino al termine del 2030.

 

Per Sofidel l’avvio di questa partnership di lungo periodo rappresenta una soluzione responsabile per promuovere un approccio multi-stakeholder a sostegno dello sviluppo sostenibile. “L’accordo con RWE è un passo importante verso i nostri obiettivi di riduzione dell’impronta di carbonio. L’obiettivo di riduzione delle emissioni di Sofidel, pari a -40% per tonnellata di carta entro il 2030 rispetto all’anno base 2018, è stato approvato dal Science Based Targets Initiative come coerente con gli standard richiesti per raggiungere i target dell’Accordo di Parigi”, afferma Riccardo Balducci, Energy & Environment Director di Sofidel “ed è in linea anche con le azioni che, secondo le ultime ricerche scientifiche sul clima, sono necessarie per prevenire impatti ancora peggiori causati dai cambiamenti climatici. Nel nostro impegno per un’economia caratterizzata da basso livello di emissioni di carbonio, consideriamo i PPA uno strumento utile ed efficace per fornire energia rinnovabile alle nostre attività industriali e, allo stesso tempo, un innesco per una capacità di generazione addizionale, finalizzata a sostenere la transizione verso l’energia verde”.

 

Paolo Raia, Director Onshore Construction Europe e Country Chair in Italy di RWE Renewables, ha aggiunto: “L’Italia è uno dei nostri mercati di riferimento. Il paese sta assistendo a una continua espansione delle energie rinnovabili e siamo entusiasti di poter contribuire a questo sviluppo con il parco eolico Alcamo II e con progetti futuri. Siamo particolarmente soddisfatti di essere riusciti, in collaborazione con Sofidel, a realizzare questo progetto senza richiedere alcun sussidio statale. Inoltre, è il primo parco eolico al mondo per il quale abbiamo utilizzato le turbine del produttore Goldwind. Durante la sua costruzione, il team italiano ha acquisito numerose nuove competenze, utili ad ampliare ulteriormente il nostro portfolio di fornitori a livello globale”.

 

RWE vanta molti anni di esperienza nel settore delle energie rinnovabili. In Italia, un mercato chiave, un team di oltre 100 dipendenti copre l’intera filiera, dallo sviluppo del progetto, all’ingegneria, alla costruzione e funzionamento, fino alla fornitura di energia verde a società come Sofidel, attraverso i PPA.

Oltre ai parchi eolici già in funzione, con una capacità di circa 442 MW (pro-rata view), la pipeline strategica italiana comprende ulteriori progetti legati alle energie rinnovabili, in diverse fasi di sviluppo e sull’intero territorio nazionale.

A livello globale, RWE ha attualmente un portfolio di impianti rinnovabili di oltre 9 gigawatt (GW) di capacità installata. Dal 2020 al 2022, RWE Renewables punta a investire 5 miliardi di euro in energia rinnovabile e a portare il proprio portfolio complessivo a 13 GW di capacità netta.

 

AGC GreenCom 8 Aprile 2021 15:20