In una lettera inviata al Presidente Toma, Coldiretti spiega le motivazioni che portano al netto rifiuto del parco eolico nella Regione Molise. Si tratta del l’ennesima aggressione al nostro territorio, come quella della posa del metanodotto della SNAM e il rifacimento dell’elettrodotto TERNA – spiegano nella missiva Giuseppe Spinelli Aniello Ascoleserispettivamente Delegato Confederale e Direttore Regionale di Coldiretti.

Oltre al Presidente della Regione Molise Donato Toma, la lettera è stata indirizzata anche al Sottosegretario alla Regione e Assessore Regionale all’Ambiente, Roberto Di Baggio, all’Assessore Regionale all’Agricoltura, Nicola Cavaliere, e ai sindaci di Campomarino e Portocannone, Piero Donato Silvestri e GIuseppe Caporicci.

“Eufemisticamente lo chiamano ‘Parco’, per edulcorare la visione di impianti che impattano talmente tanto sul paesaggio da creare perplessità e scrupoli anche a chi si fa paladino dell’ambiente”. – secondo Coldiretti Molise – “E’ quanto meno contraddittorio da parte delle istituzioni come la Regione si stia muovendo,  prestando attenzione alle effettive necessità dei territori molisani che stanno subendo un fenomeno di spopolamento crescente, per poi accorgersi che le azioni che vengono messe in campo, da diversi soggetti, al di là di creare condizioni di controtendenza, favoriscono un declino sempre più marcato”.

Auspicano dunque che il Governo regionale contrasti la perdita di territorio, la diminuzione di terreno agricolo e la riduzione di valore paesaggistico, culturale e turistico, efficace antidoto allo spopolamento. Ma quello che evidenzia Coldiretti è soprattutto che la crescita dell’eolico è accompagnata da forti incentivi sotto forma di contributi pubblici a scapito delle altre rinnovabili più conformi alla realtà territoriale.

Chiarisce meglio Coldiretti che non si tratta di un veto per motivi ideologi, eolico si eolico no, certo le torri eoliche sono giganti di 200metri che non si adattano proprio a tutti i territori, bensì la preoccupazione che la corsa agli incentivi  sostenuta dalla NextGenerationEU, possa portare a “scelte sbagliate” e magari ingolosire la criminalità.

AGC GreenCom 8 Aprile 2021 16:25