Dal 28 al 30 settembre 2021 si svolgerà a Ravenna la prossima edizione di “OMC – Med Energy Conference” con la nuova denominazione di “Offshore Mediterranean Conference”.

L’evento proporrà quest’anno come temi principali il processo di decarbonizzazione del settore energetico, oltre alle sue prospettive di valore a lungo termine, favorendo la nascita di nuovi modelli di business legati alle zero emissioni.

Di seguito le parole di Monica Spada, presidente di OMC – Med Energy Conference: “Siamo consapevoli che non esiste una soluzione unica per un problema mondiale come quello della lotta al cambiamento climatico, ma una serie di percorsi diversificati da sperimentare e testare insieme. Da qui l’importanza di valorizzare le alleanze tra tutti gli attori coinvolti nel percorso di cambiamento, con una visione olistica e inclusiva”.

La conferenza punta ad essere, continua la Spada, per quanto concerne il contesto del Mediterraneo “un luogo di confronto e dialogo in cui stimolare l’attenzione e la consapevolezza sulle priorità del dibattito energetico. E, inoltre, favorire le condizioni per condividere know how ed esperienze tra piccoli e grandi player, contrattisti, istituzioni e consumatori”.

Un’occasione in cui siglare “intese con associazioni italiane ed estere”, con le quali si stanno continuare a dialogare “anche oltre la durata della manifestazione” e, tra gli altri, coinvolgere “da subito la scuola, l’università, il mondo giovanile”.

Da segnalare come il Programme Commitee sia stato ingrandito, aggiungendo enti ed istituzioni come Enea, Cnr e i Politecnici di Milano e Torino, ed è stata introdotta l’innovation room, dove coinvolgere università, aziende e investitori in presentazioni e concorsi per tirar fuori il loro estro creativo. Non stupisce, dunque, che un’intera giornata della conferenza sarà dedicata alle startup, e ad essa si aggregano un hackathon legato allo sviluppo di progetti per la sostenibilità entro il 2030, una call for ideas per far proporre idee di energia sostenibile ad università ed istituti di ricerca del Mediterraneo e Nord Africa e un contest per le scuole del territorio.

Un’occasione quindi per discutere sulle “strategie di sviluppo sinergico per connettere i margini Nord e Sud del Mediterraneo, così come un catalizzatore per la collaborazione in modo tale da esprimere un posizionamento dell’industria verso obiettivi comuni”, come recita la homepage del sito dell’evento (https://www.omc.it/en/).

Foto Offshore Mediterranean Conference

AGC GreenCom 6 Aprile 2021 20:00