sabato, Settembre 25, 2021
HomeEnergiaAuto Elettrica, "novità" nata solo 150 anni fa. Le batterie il problema

Auto Elettrica, “novità” nata solo 150 anni fa. Le batterie il problema

Sembra  la più grossa fake news di sempre, ma non lo è: tra il 1900 e il 1910 il 39% deparco auto circolante era elettrico, il 40% a vapore e solamente il 22% a benzina. Quest’ultime erano considerate scomode, perché bisognava avviarle a mano, ma soprattutto rumorose, sporche e puzzolenti, motivo per cui le auto private erano le più pratiche vetture elettriche.

Grazie all’invenzione delle prime batterie ricaricabili al piombo, queste vetture erano di gran lunga preferite alle pesantissime macchine a vapore che erano lentissime. Un’auto elettrica  di fabbricazione belga, la Jamais Contente nel 1899 fu la prima a superare i 100 km/h e nello stesso anno Ferdinand Porsche creava la prima auto a trazione integrale della storia, con due motori elettrici, uno sull’asse anteriore e un altro su quello posteriore. Anche Henry Ford, ne guidava una lussuosissima e silenziosissima, mentre produceva la model T benzina.

L’invenzione del motorino di avviamento e la scoperta di nuovi giacimenti di petrolio in California, Oklahoma e Texas che fecero abbassare il prezzo della benzina, portarono allo scenario che tutti noi sappiamo. Non auto del futuro quindi ma l’auto elettrica sembrerebbe proprio un ritorno al passato, perché di fatto è vecchia di quasi 150 anni.

Foto Archivio Usa Ford: la Detroit Electric utilizzata nel 1914 da Clara Ford moglie di Henry

Aldo M. Biscardi
Studente di Ingegneria Gestionale presso La Sapienza. Appassionato di giornalismo, sport, fonti di energia rinnovabili e motori.
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments